Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   Shoot Food              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Recensioni libri » Scheda Articolo

Scaffale Libri 41
Autore: HF Distribuzione - Pubblicato il 31/08/12 - Categoria Recensioni libri
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 3456 volte

Share |

 La libreria - Lo scaffale di Settembre 2012


Uomo e natura: interpretazioni fotografiche

Le due più recenti uscite della collana Quaderni del CMC (Centro Culturale di Milano), volumi fotografici realizzati dalle Edizioni Admira a cura di Enrica Viganò, sono collegati tra loro, pur nella diversità di approccio fotografico o, forse meglio, proprio per questa loro diversità, a un tema. Tutti e due,   attraverso la fotografia  permettono di scoprire come si può con le immagini raccontare le problematiche del rapporto tra uomo e natura. 


Le fotografie a colori di ampi panorami, realizzate con l'uso del banco ottico da Edward Burtynsky, non illustrano, come ci si potrebbe aspettare dal tipo di strumentazione prescelta, bucolici paesaggi e natura intatta, bensì paesaggi naturali stravolti dall'intervento dell'uomo. Le modalità di composizione possono essere le  stesse di quelle utilizzate da Ansel Adams davanti alle rocce intatte di un parco naturale americano, ma esaminando meglio la foto di Burtyinsky scopriamo che si tratta di una montagna profondamente segnata dalle tracce di cave profonde. Un contrasto quindi tra naturale e artificiale, tra natura  e intervento dell'uomo. Per realizzare le sue immagini Burtynsky ha intrapreso un viaggio fotografico attraverso i cinque continenti tra grandi giacimenti di minerali, raffinerie di petrolio, cantieri di riciclaggio, miniere sterili e cave di estrazione. Il volume L'uomo e la terra. Luci e ombre (il quarto della collana Quaderni CMC) presenta una selezione delle serie più significative dell'opera di Burtynsky, dai lavori sulle miniere di carbone a quelli sull’estrazione petrolifera fino ai più recenti sulle miniere d’argento in Australia e sulla fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico. Burtynsky attraverso il suo particolare approccio fotografico al tema, pone l’osservatore, senza semplificazioni o false morali, di fronte alla contraddizione centrale dell’esistenza moderna: la limitatatezza delle risorse ambientali davanti ai bisogni crescenti dell’uomo.


Il volume successivo della collana,  Immenso e fragile. Un racconto dal nord del fotografo Ragnar Axelsson, cambia registro e passa dalla fotografia a colori a quella in bianco e nero ma il tema di fondo rimane sempre lo stesso: il rapporto tra uomo e ambiente naturale. Axelsson affronta il tema soffermandosi in particolare sulla forza che la natura può assumere, soprattutto quando si tratta di condizioni estreme, nel condizionare i modi di vita dell'uomo. Nato in Islanda nel 1958, Axelsson conosce bene l'influenza che posizione geografica e condizioni metereologiche hanno sulla vita degli abitanti in quei luoghi. Attraverso le sue immagini fotografiche ha scelto di raccontare proprio queste situazioni estreme. E per farlo si è spinto, per uno dei suoi lavori più noti, in un luogo dove le condizioni sono ancora più estreme: tra i ghiacci del paesaggio artico. Ha effettuato diversi viaggi in queste zone, ha documentato la vita delle popolazioni Inuit, evidenziando la loro capacità di instaurare un corretto rapporto con la terra e il mare ghiacciati e di sfruttarne sensibilmente le risorse. Ha poi realizzato altri reportage dedicati alla vita della gente del Nord Atlantico, in Groenlandia, Islanda e Isole Faroe. Il volume Immenso e fragile. Un racconto dal nord è il primo in italiano dedicato all'opera fotografica di Axelsson. Introdotto dal testo "L'ecologia dell'uomo" dello scrittore John Waters e da una lunga intervista di Enrica Viganò al fotografo, è diviso in tre sezioni: "Tra la gente del nord" e "Nel paesaggio immenso" mostrano i volti e i luoghi di queste terre estreme; "Sui monti d’Islanda" raccoglie alcune delle immagini più significative della serie inedita dedicata alla transumanza delle greggi, attività che Axelsson ha continuato a documentare per più di 25 anni, realizzando un racconto per immagini che in Islanda nessuno prima di lui aveva fatto.


Share |
ColornoPhotoLife
Dall'11 settembre all'8 dicembre 2021 la nuova edizione di ColornoPhotoLife, a Colorno (PR),...
Praga photo 2021
  Siamo lieti di annunciare la nostra partecipazione alla XIII° edizione di Prague Photo...
DREAMLANDS
Venerdi 22 ottobre verrà presentato ufficialmente il nuovo volume DREAMLANDS - Luoghi dell&rs...
ANTEPRIMA BIENNALE FOODPHOTOGRAPHY
L’ARTE DEL CIBO DAL TERRITORIO ALLA TAVOLA Il 31 ottobre 2021 alle ore 10.00 l’Associ...
FESTIVAL DELLA FOTOGRAFIA ETICA
LODI - FESTIVAL DELLA FOTOGRAFIA ETICA Dal 25 settembre al 24 ottobre 2021 Come ogni anno il F...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
Non ci sono Eventi per questa categoria.

  Popular Tags  
expò nikon scultura facebook Londra fotografo travel fabbrica del vapore make up installazione trieste photo days sud fotografa erminio annunzi pinhole
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
20/09/21
I numeri di Photographers.it
13945 Utenti Registrati + 31624 Iscritti alla Newsletter
6931 News Inserite - 1851 Articoli Inseriti
2814 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate