Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   Shoot Food   www.esta-usa-visto.it/              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Riflessioni » Scheda Articolo

Dalla parte degli studenti
Autore: Obiettivo Reporter - Pubblicato il 09/01/13 - Categoria Riflessioni
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 3081 volte

Share |
Dopo avervi introdotto al mondo di Obiettivo Reporter, raccontandovi chi siamo, cosa facciamo e qual è il nostro scopo, abbiamo deciso di dedicare questo spazio ai veri protagonisti delle nostre attività, a coloro che hanno reso possibile tutto questo e che ci danno lo stimolo di continuare in questa avventura: gli studenti. Nello specifico, abbiamo chiesto ai ragazzi dell’attuale edizione del Master in Fotogiornalismo di darci una loro opinione, un feedback, una testimonianza su quella che è stata la loro esperienza fino ad ora all’interno del Master. Lasciamo dunque la parola a loro:        Marina Ferrari: Il contributo delle photoeditors in OR Master: personalità, consapevolezza, conoscenza, umiltà e amore per la propria professione. - Un bagaglio prezioso a disposizione di chi ha ancora fame di Fotografia e voglia di imparare questo mestiere.    Pasquale Ricci: Come potrebbe definire il “master Obiettivo Reporter”? Avvicinarsi al mondo del fotogiornalismo attraverso due modalità nuove e molto stimolanti, il “racconto” e il “confronto”. Il racconto di coloro che vivono in questo mondo, agenzie, photo editor, fotografi professionisti nelle diverse aree e il confronto continuo sui lavori svolti, non solo con professionisti ma anche con gli altri partecipanti, ognuno unico nel suo approccio alla fotografia.      Raffaella Scalzi: Il corso benché di soli due incontri a settimana, è ricco di spunti d’approfondimento; in particolare stimola ad avventurarsi e a mettersi alla prova nel mondo del fotogiornalismo; il contatto con dei professionisti a volte può essere frustrante ma, come si suol dire, “dagli errori si impara” (si spera). L’unica cosa che mi viene  da suggerire che potrebbe essere d’aiuto (lo ammetto, parlo personalmente) sarebbe poter affiancare un fotogiornalista per una mezza giornata per capire come si districa tra le varie notizie, l’approccio con le persone, tempi, movimenti. E’ un campo in cui il saper relazionarsi, l’intraprendenza e un occhio veloce fanno la differenza; spero di acquisire tutte queste caratteristiche al più presto per diventare una discreta fotogiornalista.      Francesco Santandrea: È il corso perfetto per chi vuole trasformare la passione della fotografia in un lavoro concreto. Le lezioni sono ben organizzate e puntano a spiegarti come si struttura e quale approccio utilizzare per entrare a far parte del mondo delle pubblicazioni. Il confronto con grandi fotografi e editor è sicuramente quel valore aggiunto che difficilmente si riesce a trovare in altri corsi..      Flavia Catena: Credo che un grande elemento di forza del Master OR sia la disponibilità dimostrata dagli addetti ai lavori intervenuti alle lezioni. Mi ha colpito il modo in cui fotografi affermati come Sakis Lalas o Gianluca Panella, photo editor come Manila Camarini e Laura Davì, fra i tanti, si sono posti nei nostri confronti: non solo in maniera professionale, aprendoci il loro personalissimo mondo, ma anche incoraggiandoci e parlando a noi come a potenziali colleghi. Il tutto nel rispetto delle nostre idee e delle nostre aspirazioni.      Bianca Rizzi: Il master in fotogiornalismo di Obiettivo Reporter è un corso ideale per chi ama la fotografia e tutto ciò che la circonda. Sin dalle prime lezioni si viene a contatto con professionisti di altissimo livello i quali mettono a disposizione la loro consolidata esperienza e sono sempre disponibili per chiarire qualsiasi dubbio in campo tecnico o creativo. Affrontare la fotografia sotto i suoi più vari aspetti e analizzare le attività correlate alla produzione fotografica permette di capire meglio come impiegare le proprie attitudini. Se la fotografia rappresenta qualcosa di più di una passione Obiettivo Reporter sa dare gli stimoli giusti per cercare di trasformarla in una professione.      Matteo Rago: Il corso di per sè già interessante e utile, viene arricchito dagli interventi di persone che amano il loro lavoro, cosa non sempre facile da trovare, e il loro coinvolgimento è un ulteriore spinta per andare avanti, cercando di diventare fotografo.      Francesca Iovene: Credo che affinché questo master funzioni, noi studenti dobbiamo saperlo "sfruttare" nel modo giusto: inizialmente ho avuto difficoltà ad approcciarmi con un insegnamento dal taglio così marcatamente editoriale, ma poi ho capito che la maniera migliore per affrontare il corso non è solo attraverso il rapporto insegnante-studente ma è anche contribuendo attivamente a rendere dinamiche e stimolanti le lezioni. Gli ospiti incontrati, ciascuno a suo modo, mi ha influenzato e indirizzato meglio verso una scelta più precisa di quello che vorrei realizzare: in particolare Sakis Lalas ha saputo farmi apprezzare la fotografia ritrattistica, nonostante mi sia sempre concentrata su altri generi, e Manila Camarini, attraverso un compito difficile, mi ha dato la possibilità di mettermi per la prima volta in gioco su richiesta.      Elisa Campesato: Il grande punto di forza di questo master è la formazione a 360°. Frequentare il Master OR significa conoscere il contesto attuale della fotografia, imparare da famosi fotografi come Sara Munari e Sakis Lalas, crescere grazie al confronto con photoeditor importanti come Manila Camarini e Laura Davì, mettersi alla prova con shooting fotografici che spaziano dalla naturalistica al fashion, capire il funzionamento di un giornale e di un'agenzia fotogiornalistica. Grazie a questo master si cresce e si migliora.      Nicolò Meazza: Il corso rispecchia perfettamente ciò che mi aspettavo. Le lezioni teoriche sull’editoria mi hanno aperto uno scenario che non conoscevo (e che neanche immaginavo), ho trovato molto interessanti le visione collettive degli scatti e i vari pareri espressi , soprattutto quando a visionarli sono stati photo editor molto esigenti e fotografi affermati nel mondo della fotografia.      Grazie a tutti gli studenti che hanno accettato di lasciare una loro testimonianza e..in bocca al lupo a tutti!   (La foto usata come copertina è di © Elisa Campesato)
Share |
Va Tutto bene Mostra Fotografica di Andrea Simeone
A 20 mm da te, Rohingya, Not to be forgotten, This is my home, The Path, Sleeping After Ebola, sono ...
progetto scarfes
Aiutami con 15€ a finanziare la stampa di una fanzine con il mio reportage sull'autolesioni...
gli autori di Back to the Past
Sono stati selezionati i venti autori che saranno presenti nel volume speciale dedicato alla Fotogra...
Trieste Photo Days anticipazioni
Si preannuncia ricca di contenuti l’edizione 2019 di Trieste Photo Days, festival internaziona...
Bookolica. Il festival dei lettori creativi
Dopo l’esordio della prima edizione, Bookolica, il festival dei lettori creativi torna nella cornice...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
21 Agosto 2019         a Roma   (Roma)
SECONDA EDIZIONE per "VACANZE ROMANE"!!! Terminati i posti per i giorni a cavallo ..[continua]
08 Settembre 2019         a VIETNAM   (Lecco)
Viaggio fotografico & workshop fotografia di reportage I partecipanti lavoreranno a ideazione, s..[continua]
16 Novembre 2019         a Trieste   (Trieste)
Per le iscrizioni al workshop della giornata di due giorni compresa sessione in studio compilare il..[continua]

  Popular Tags  
Africa manfrotto multimedia salento portrait fotografo colore portfolio fotografie pellicola asta fotografia di scena file workshop di fotografia cultura reportage
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13813 Utenti Registrati + 13991 Iscritti alla Newsletter
6768 News Inserite - 1821 Articoli Inseriti
2808 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate