Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi www.esta-usa-visto.it/   ISP   Shoot Food              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Mostre » Scheda Articolo

Centro Internazionale di Fotografia di Verona: Gianluigi Colin
Autore: Redazione - Pubblicato il 22/03/11 - Categoria Mostre
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 1865 volte

Share |
Il tempo, la memoria, il presente: ecco i temi di una grande mostra di Gianluigi costituita da fotografie, grandi installazioni e performance realizzate e pensate ad hoc per lo spazio espositivo veronese che porta in sé il senso del tempo come somma di stratificazioni e infinite memorie.
Una mostra di impatto emotivo ed impegno civile che intende invitare a riflettere sui temi che da sempre l’autore esplora con un linguaggio molto personale e soprattutto con la convinzione della responsabilità etica dell’arte. Ecco perché i temi centrali dell’intera opera di Colin sono da sempre la Memoria come valore fondante dell’esistenza, il tempo come stratificazioni di sguardi ed emozioni, l’ambiguità dell’immagine nel sistema della comunicazione in un “oggi” che diventa subito ieri, quasi un presente senza memoria.
Su queste idee portanti per la prima volta e in esclusiva per il Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri, l’artista ha creato un percorso e un allestimento specifico interpretando lo spirito della memoria archeologica del luogo.

I lavori realizzati per la mostra ruotano tutti, attorno al tema del tempo e si presentano in un percorso articolato in otto sezioni: il percorso inizia con “Wor(l)ds”, una ricerca sulla memoria dell’oggi in cui l’artista, come un archeologo del presente, recupera e trasforma parole e immagini tratte delle pagine dei giornali di tutto il mondo. Un affresco postmoderno tra echi della cronaca e le lacerazioni del nostro vivere quotidiano.
Il visitatore trova poi una grande opera dal titolo “The Wall”, imponente istallazione di 232 opere a tecnica mista in cui è presentato un vero e proprio muro di quel che resta del nostro tempo: anche qui, forme di scritture e segni del nostro tempo, quasi macerie di un’apocalisse contemporanea, metafora potente di una società liquida che sembra smembrarsi che trova identità anche in due grandi sculture circolari.
La mostra prosegue con il ciclo “Liturgie”: una ricerca sull’ambiguità delle immagini e delle parole nella politica, mentre le serie “Amami”, presenta omaggio anche alla Verona shakespeariana, attraverso il recupero di vecchie fotografie di album famigliari per far rivivere il ricordo e la memoria di amori lontani e perduti nell’oblio. Piccoli frammenti trasformati dall’intervento dell’artista, tra rivelazioni e negazioni, ferite e tracce di un amore che supera il confine del tempo.
La mostra presenta anche una sezione che identifica la caratteristica d’impegno civile dell’artista: “Vuoti di memoria” è, infatti, un viaggio nell’Italia dei valori fondanti della rinascita dell’Italia dopo la guerra.
L’esposizione prosegue con il ciclo “Assenze”, una bellissima e poetica ricerca sulla sedimentazione dello sguardo nella nostra memoria attraverso la rilettura delle grandi opere d’arte alle quali è stata sottratta una figura, metafora dell’assenza come presenza ancora più visibile e potente.
“I bambini di Roman” è invece un’installazione che tocca il tema dell’olocausto attraverso un omaggio al grande fotografo Roman Vishniac che profeticamente ha fermato il tempo e testimoniato la vita nel ghetto di Varsavia prima dell’arrivo del nazismo.

A corredare la mostra un cortometraggio sull’autore realizzato dal curatore della stessa, Mauro Fiorese.

Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri
Cortile del Tribunale (tra piazza dei Signori e piazza Viviani) - 37121 Verona
Dal 13 marzo al 15 maggio 2011
Aperto dal martedì alla domenica 10-19 (chiusura biglietteria ore 18,30)
Aperto 17 Marzo - 24 e 25 Aprile 1 Maggio
Biglietti: Intero 5 € - Ridotto 3€ - Ridotto ragazzi 1 €
Per informazioni: 045 8007490


Share |
Inaugurazione mostra Over.State di Ilias Georgiadis
Inaugurazione Over.State di Ilias Georgiadis a cura di Michele Corleone Giovedì 14 novembre ore 19 ...
New-Post Photography
MIA Photo fair è lieta di annunciare New-Post Photography?, una nuova iniziativa volta a...
Trieste photo Days 2019
Trieste Photo Days 2019: avanti tutta con Martin Parr, Nick Turpin e decine di ospiti Conto alla ...
Nell interno - Pio Tarantini
Red Lab Gallery/Miele di via Solari 46 a Milano inaugura la nuova stagione espositiva in uno spazio ...
Photolux 2019
torna Photolux Festival, la biennale che getta uno sguardo limpido sul panorama fotografico int...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
11 Dicembre 2019         a Roma   (Roma)
Una masterclass di 15 giorni dedicata alla Fotografia Documentaristica..[continua]
27 Dicembre 2019         a CAMBOGIA   (Lecco)
workshop fotografico dedicato alla fotografia di reportage I partecipanti lavoreranno a ideazione, s..[continua]

  Popular Tags  
street modella erminio annunzi maschere brescia arte contemporanea scultura giornalismo concorsi Wedding bianco fotografa Letteratura shooting india Fulvio Bortolozzo
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13848 Utenti Registrati + 15970 Iscritti alla Newsletter
6842 News Inserite - 1829 Articoli Inseriti
2815 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate