Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi TTA   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Fotografia & Dintorni » Scheda Articolo

La macchina del tempo
Autore: Professore - Pubblicato il 03/06/11 - Categoria Fotografia & Dintorni
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 3748 volte

Share |

La macchina del tempo

Capita in special modo nel mettere ordine sulla “scrivania” o metafora del desktop. Così non è infrequente (ri)leggere quel test salvato, in sorta di “Stargate” di viaggio a ritroso nel tempo informatico più compresso del reale, di non più di tre quattro anni che al cambio odierno ne mostra trenta o quaranta d’anni, e trovare conferme.

Digicamere equipaggiate con già possenti pixel l’odierno fixing le incasella nella new entry level, da sfigurare finanche le temibili compatitine. Certo però nella disputa/sfida all’ultimo pixel qualcosa non torna. Infatti, a (ri)leggere quei file anche nel salto temporale qualcosa la dicono. Anzitutto, come non di “solo pane vive l’uomo” così l’immagine a base bit. La famigerata matrice “Bayer” RGB o l’insostenibile leggerezza di un Foveon spettacolare è solo parte di un processo coerente, similmente il 4/3 dell’Olympus.

Il salto quantico, ecco l’utilità di quei test, relativizza è libera la mente dalle fantasmagorie del markketting (la doppia per assonanza è voluta) dispiegandosi all’estro creativo. 

Così luce forme linee e contenuti, soprattutto, che in giro e senza andare troppo lontano dai portali web è acefala, diventa la cifra.

C’è gente, troppo e assai, che attaccandosi ai pixel e mega risoluzioni poi scimmiotta nel peggiore dei modi stilemi provenienti da altre culture  “dominanti”. Come dire traslando su altro piatto: fastfood e slowfood.

Certuni poi, sedicenti fotografi,  non si sa quanto ci fanno o mandati,  nel denudare donne immaginano grandi cose. Voyeur di bassa lega. Sì certo la cosa ha un suo acme, senza dubbio, ma non è nudo che questi fresconi manco hanno visto mai alle pareti dell’Arte. Nient’affatto, questi fan proprio il “manifesto” di Cetto La Qualunque: “ Chiù pilu p’ tutti cazzu cazzu iuuuu”. Crogiolati al pixel che è quanto dire. E si vede.

 

Link:

 http://www.digitalphotopro.com/technique/software-technique/the-art-of-the-up-res.html

 http://www.nital.it/experience/stampa8x16m.php

 http://www.luminous-landscape.com/reviews/cameras/d30/d30_vs_film.shtml

 

http://www.luminous-landscape.com/columns/eye-camera.shtml

 

 

 

 

Share |
Photo Travelers Convention: l’evento che aspettavi!!
Tutto è pronto nella nuovissima e supertecnologica sede di P.AR.CO , a Milano, per la Convent...
CITIES BOOKS
Big News da ISP - Italian Street Photography, nostro sito partner: Il mondo di CITIES si arricchisce...
Romanzo italiano
Si svolgerà dal 12 al 29 ottobre 2023 presso lo Spazio FIELD di Palazzo Brancaccio a Roma, la...
TRAVEL TALES III
Siamo quasi alla fine dell’edizione TTA -  TRAVEL TALES AWARD 2023, MA in realtà q...
Biennale della Fotografia Femminile
Inaugura l’8 marzo a Mantova la terza edizione della Biennale della Fotografia Femminile, che ...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
14 Marzo 2024         a MILANO   (Milano)
Il primo Convegno dedicato all’uso dei software AI nei settori dell’immagine e della comunicazione. ..[continua]

  Popular Tags  
libro fiori concorsi workshop Laboratorio immigrazione prodotto cavalli autori identità volti collettiva mostra fotografia naturalistica di creatività
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13998 Utenti Registrati + 57632 Iscritti alla Newsletter
7068 News Inserite - 1900 Articoli Inseriti
2815 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate