Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   Shoot Food              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Riflessioni » Scheda Articolo

i tre colori
Autore: Fratelli_Tartaglione - Pubblicato il 16/03/11 - Categoria Riflessioni
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 5982 volte

Share |

In questi giorni di  festeggiamenti sull’ unità di Italia, domani ricorrono ufficialmente  150 anni,  mi sono chiesto,  quali sono i veri colori del nostro Tricolore?

A scuola abbiamo imparato che la bandiera italiana è formata da una banda verde e una rossa, separata da una bianca; effettivamente l’ articolo 12 della nostra costituzione recita testualmente: “La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni.” Ma quale rosso, quale verde, quale bianco? La costituzione fu scritta nel 1947, ora dopo oltre 60 anni possiamo dare una definizione più accurata. La colorimetria è in generale la scienza che si occupa della misurazione del colore, e della sua riproducibilità,  in  riferimento alla percezione dell’ occhio umano. E’ una  materia molto complessa; la mia curiosità deriva semplicemente  dal bisogno di capire come poter disegnare correttamente una bandiera italiana senza il rischio  di rappresentare la bandiera Irlandese.

Su Wikipedia trovo una definizione più accurata dei tre colori che riguarda però solo il mondo dell’ industria tessile:

” I toni cromatici dei tre colori succitati, su tessuto stamina (fiocco) di poliestere, sono sanciti nel comma nº 1, dell’articolo nº 31 Definizione cromatica dei colori della bandiera della Repubblica[9][10], della Sezione V “Bandiera della Repubblica, Inno nazionale, Feste nazionali e Esequie di Stato”, del Capo II “Delle disposizioni generali in materia di cerimoniale”, dell’Allegato “Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento del Cerimoniale di Stato”, alDecreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 aprile 2006 “Disposizioni generali in materia di cerimoniale e di precedenza tra le cariche pubbliche”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana nº 174 del28 luglio 2006:

verde: Pantone tessile 17-6153 TCX (Fern Green);

bianco: Pantone tessile 11-0601 TCX (Bright White);

rosso: Pantone tessile 18-1662 TCX (Scarlet Red).

Non sono riuscito a trovare il testo originale ma sempre sul  medesimo sito si trovano delle conversioni  di questi valori TCX in altri sistemi; non è dato sapere se queste conversioni siano ufficiali e come siano state ottenute. Abbiamo quindi i valori cromatici del nostro tricolore espressi in  valori: RGB, CMYK , e in altri , come i riferimenti RAL,  tipici dell’ industria delle vernici. Manca invece  un riferimento ai valori  Lab, a cui molti fotografi sono ormai abituati. L’ unica documentazione istituzionale che ho reperito è del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, si tratta di un ” Manuale d'uso del logotipo“. In questo manuale troviamo altri valori, diversi da quelli riportati da Wiki pedia, ma la cosa più sorprendente che non si fa nessun riferimento allo spazio colore del sistema RGB in uso. Come si sa, uguali valori RGB producono diversi risultati se riferiti ad  a  spazi colore differenti. Quindi alla fine di questa piccola ricerca, ho le idee più confuse di prima, sono sicuro però  di poter disegnare una bandiera diversa da quella irlandese perchè i nostri amici, conosciuti in tutto il mondo per la loro birra e i verdi pascoli hanno nella terza striscia di colore l’ arancio e non il rosso.

Sempre per restare in argomento, abbiamo sbirciato i riferimenti della bandiera degli Stati Uniti. Sul sito Wiki  i valori sono più accurati, senza possibilità di equivoci. Ci si riferisce sia a valori Lab, che come sappiamo sono valori assoluti e  non dipendono dalla periferica utilizzata e sia a valori RGB, sicuramente più familiari ai più. In questo caso però è specificato giustamente lo spazio colore di riferimento:  sRGB  che rappresenta lo spazio colore dei monitor “generici” e del mondo web in genere . Stiamo forse cercando di spaccare il capello in 4? tutt’ altro, queste problematiche ci riguardano tutti molto da vicino, ad esempio chiunque abbia la necessità di riprodurre il proprio logo oppure una fotografia su diversi supporti.

Share |
CITIES - a contemporary view
“Sono gli altri le strade, io sono una piazza, non porto in nessun posto, io sono un posto.&rd...
video talks del 2° PBR
Il weekend del 9 e 10 aprile si è tenuto all’Istituto Italiano di Fotografia a Milano l...
Iscrivi una foto GRATIS a URBAN Photo Awards 2022!
La fotografia è la grande passione che da 13 anni condividiamo con autori da tutto il mondo. Per que...
OUR LOVELY CHOSEN PICS AT MIA FAIR 2022
Quest'anno Photographers ha deciso di  raccontare il MIA FAIR edizione  2022 da un pun...
Fino a metà maggio call open al TTA,Travel Tales Award
Starring,  con Photographers.it, Viaggio Fotografico,  Il FOTOGRAFO,  la OTTO Gallery...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
06 Luglio 2022         a Francia   (Torino)
Essere in Provenza a Luglio,significa essere al centro di una poesia pura ed avere l’occasione perfe..[continua]
13 Agosto 2022         a SUD AFRICA   (Lecco)
VIAGGIO FOTOGRAFICO IN SUD AFRICA ..[continua]

  Popular Tags  
corso fotografia fotogiornalismo viaggio riflessioni identità prodotto acqua arti visive fotografico sport lavoro Gianni Berengo Gardin phlibero sviluppo roberto mutti donne
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
20/09/21
I numeri di Photographers.it
13958 Utenti Registrati + 33832 Iscritti alla Newsletter
6955 News Inserite - 1863 Articoli Inseriti
2817 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate