Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   www.esta-usa-visto.it/   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Recensioni prodotti » Scheda Articolo

Lightroom 3 vs Photoshop CS5
Autore: Shoot Institute - Pubblicato il 27/09/10 - Categoria Recensioni prodotti
Gradimento: Molto Interessante
Questa pagina è stata visitata 4978 volte

Share |
a cura di Gabriele Semenzato. Recentemente è stata rilasciata la terza release del software che, a mio avviso, ha rivoluzionato il concetto di workflow fotografico, riuscendo a fornire tutti gli strumenti necessari a professionisti ed amatori evoluti per un'efficace e produttiva gestione del flusso di lavoro. Parliamo di Adobe Photoshop Lightroom 3, fratello minore di Photoshop CS5. Minore solo per età e prezzo dato che i due software hanno struttura, logiche e competenze molto differenti: mentre Photoshop CS rimane il migliore strumento per il fotoritocco, Photoshop Lightroom lo affianca e permette di gestire flussi di lavoro con molte immagini, offre strumenti di analisi e rapida visualizzazione e permette soprattutto di gestire e sviluppare i nostri negativi digitali RAW con strumenti per migliorare l'esposizione, gestire il colore e molto altro. In sintesi, fare photo editing. Molti fotografi professionisti e amatori vivono con frustrazione il fatto di non saper usare Photoshop CS, convinti che sia lo strumento indispensabile per la gestione delle loro foto, ma scoraggiati dalla difficoltà e dal prezzo. Nella maggior parte dei casi è una percezione sbagliata, Photoshop CS non è uno strumento sempre necessario. Posso dirvi per esperienza sul campo che oltre il 90% di professionisti ed amatori possono trovare in Lightroom tutti gli strumenti necessari per la gestione delle proprie immagini. Quando durante i miei corsi le persone capiscono questa piccola verità, ne rimangono folgorate. Sapete perchè? Perché Lightroom si impara ad usare in 2 lezioni e costa circa un quarto di Photoshop CS. Ecco perchè. Lightroom è nato ufficialmente nel 2007, e già nella allora era un software estremamente maturo dato che il progetto era iniziato nei laboratori Adobe già nel 2002 per volontà di Mark Hamburg che, analizzando le grandi trasformazioni che il modo della fotografia stava vivendo, si rese conto che stava nascendo la necessità di un software che consentisse di gestire rapidamente grandi quantità di immagini. Oggi, dopo 3 anni dalla prima uscita, le maggiori innovazioni della nuova relise sono le seguenti: Rimozione del disturbo Negli ultimi anni sia le Adobe che le aziende produttrici di fotocamere hanno fatto grandi passi nella gestione del rumore ad alti ISO, in Lightroom 3 troviamo uno strumento di rimozione del disturbo con performance eccezionali. Correzione lente Carenza fino ad oggi particolarmente sentita in ambito professionale, è stato finalmente inserito uno strumento di correzione ottica che contiene il database di tutte le ottiche dei maggiori produttori, così da riuscire a correggere le distorsioni o le cadute di luce anche dei grandangoli più estremi in modo automatico e senza dover accedere a photoshop CS. lo strumento funziona anche in modalità manuale. Tethered Shooting Per chi scatta in studio è una modalità molto comoda, presente da sempre nei software di photo editing professionali dedicati, ad esempio, ai sistemi medio formato. Permette di collegare la macchina fotografica al computer, di comandare alcune funzioni della macchina (in base al modello) e di scattare tutto all'interno di Lightroom, scaricando le immagini automaticamente sull'hard disk. Ma le novità non si limitano a queste, ad esempio ora c'è la possibilità di caricare le foto direttamente sul proprio account Flickr o la gestione ottimizzata della filigrana per firmare le proprie immagini. Tutti coloro che sono interessati a scoprire Photoshop Lightroom 3 possono farlo presso Shoot Institute.
Share |
Guerra ai poveri di Tano D'amico
Guerra ai poveri, inediti di Tano D’Amico, mostra fotografica. A cura di Gabriele Agostini. ...
gli autori di Back to the Past
Sono stati selezionati i venti autori che saranno presenti nel volume speciale dedicato alla Fotogra...
Wedding Time
Cities, speciale Wedding time, Matrimoni da favola Matrimoni, cerimonie: la Fotografia di genere ...
Corigliano Calabro Fotografia 2019
La 17esima edizione di Corigliano Calabro Fotografia, organizzata dalla Associazione Culturale Corig...
chiusa la call per il Corigliano Calabro Book Award
Si è chiusa lunedi 10 giugno  con grande successo la call per il primo Corigliano Calabr...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
04 Luglio 2019         a Racalmuto   (Agrigento)
WORKSHOP - "Oro bianco": Racalmuto, il paese del sale ..[continua]
08 Settembre 2019         a VIETNAM   (Lecco)
Viaggio fotografico & workshop fotografia di reportage I partecipanti lavoreranno a ideazione, s..[continua]

  Popular Tags  
progetto corsi di fotografia Flash ambiente Africa stampa fine art sala posa photoshop palermo terremoto fotografie rassegna mare model confini toscana
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13803 Utenti Registrati + 13632 Iscritti alla Newsletter
6775 News Inserite - 1818 Articoli Inseriti
2806 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate