Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Riflessioni » Scheda Articolo

Lo sguardo della webcam
Autore: pier paolo fassetta - Pubblicato il 30/04/12 - Categoria Riflessioni
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 1815 volte

Share |

LO  SGUARDO DELLA  WEBCAM  

Pier Paolo Fassetta,  2010

 

Lo sviluppo planetario delle webcam,  posizionate per osservare  lo  spazio urbano nella più assoluta indifferenza della gente che passa, pone molte e inedite questioni, sia di carattere etico che professionale, a quanti operano nel mondo della comunicazione, consapevoli che questi strumenti  hanno potenzialità che vanno ben oltre gli scopi immaginati, per arrivare ad essere proiezioni virtuali dei nostri sguardi sulla realtà.

Queste postazioni che operano in automatico, caratterizzate dalla variabilità del punto di vista e da una bassa risoluzione, in azione ventiquattro ore su ventiquattro, fanno emergere una nuova dimensione della vita metropolitana dominata dalla  figura del “passante” che non incrociamo per strada o intravediamo dai tavolini di un caffè, ma che entra nel nostro privato come frammento di una storia tradotta per immagini.

In virtù di ciò, nuovi stili di lavoro si stanno affermando con lo sviluppo di piattaforme operative libere da pregiudizi pronte a cogliere il soggetto tra le cosiddette “situazioni invisibili” caratterizzate da una accentuata permeabilità connaturata al loro essere entità anonime, di passaggio,  prive di barriere protettive, quindi, assolutamente indifese.

Come performer inconsapevoli, senza una percepibile tensione emotiva, i “passanti ruotano attorno alle loro inquietudini come se appartenessero ad un qualsiasi reality show.

Un automatismo espressivo e gestuale riconducibile ad un non senso performativo che, una volta registrato, può essere letto anche come archivio segnaletico dell’uomo metropolitano identificabile, per i suoi comportamenti, secondo categorie sociali riconoscibili e collocabili nelle diverse ore della giornata.

Sono momenti segnati dall’assenza di ogni coinvolgimento del singolo o del gruppo, di vuoto di dati certi immediatamente riscontrabili e decifrabili, di attese che possono essere colte utilizzando indicatori sensibili in grado di registrare il mentre accade, il già accaduto o in procinto di accadere.

Il tempo è misurato non dalla durata dello scatto, quanto dall’intervallo delle riprese in una selezione non predeterminata.

Quelle che irrompono sui nostri schermi sono entità fenomeniche, segmenti di un flusso probabilistico che non ammette repliche e che produce, al suo interno, un numero n di variabili che potranno essere assunte, a posteriori, come ipotesi per nuove configurazioni dell’esistente.

Decidere di fermare un’immagine, scomporla, ingrandirla, intervenire su di essa mediante procedimenti di stampa, in parte manuali, significa ritornare a metodologie operative artigianali, non seriali, che nella loro rituale gestualità ci permettono di entrare nella dimensione di un tempo lento dove lo sguardo è libero di vagare  riconoscendo la dignità della memoria racchiusa in ogni singola foto in un’inedita ricostruzione della realtà.

 

 

Share |
Iscrivi una foto GRATIS a URBAN Photo Awards 2022!
La fotografia è la grande passione che da 13 anni condividiamo con autori da tutto il mondo. Per que...
Fino a metà maggio call open al TTA,Travel Tales Award
Starring,  con Photographers.it, Viaggio Fotografico,  Il FOTOGRAFO,  la OTTO Gallery...
Premio Emiliano Mancuso | I^ edizione
In occasione della XV edizione del Festival FotoLeggendo, che si svolgerà a Roma dal 24 giugn...
video talks del 2° PBR
Il weekend del 9 e 10 aprile si è tenuto all’Istituto Italiano di Fotografia a Milano l...
OUR LOVELY CHOSEN PICS AT MIA FAIR 2022
Quest'anno Photographers ha deciso di  raccontare il MIA FAIR edizione  2022 da un pun...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
06 Luglio 2022         a Francia   (Torino)
Essere in Provenza a Luglio,significa essere al centro di una poesia pura ed avere l’occasione perfe..[continua]
13 Agosto 2022         a SUD AFRICA   (Lecco)
VIAGGIO FOTOGRAFICO IN SUD AFRICA ..[continua]

  Popular Tags  
uomo Polaroid museo Corpo Letteratura stampa illuminazione fotografica religione arti visive banco ottico promozione selezione comunicazione Still Life fotografo street
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
20/09/21
I numeri di Photographers.it
13958 Utenti Registrati + 33830 Iscritti alla Newsletter
6955 News Inserite - 1863 Articoli Inseriti
2817 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate