Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   Shoot Food              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Mostre » Scheda Articolo

Memoria variabile
Autore: Gigliola Foschi - Pubblicato il 28/02/11 - Categoria Mostre
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 5411 volte

Share |
STARTMILANO

Memoria variabile
Progetto di Gigliola Foschi
a cura di Gigliola Foschi e Carla Pellegrini


Inaugurazione: giovedì 3 marzo 2011 dalle ore 18.30
Periodo espositivo: da venerdì 4 marzo a sabato 9 aprile 2011
Orari di apertura: da martedì a sabato dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00

Le opere presenti in questa esposizione testimoniano come l’attenzione  dell’arte recente per il tempo e la memoria sia un fenomeno sempre più significativo e diffuso a livello internazionale.  E al contempo  evidenziano come la produzione artistica delle ultime generazioni, in cui è centrale il recupero di documenti d’archivio,  trovi le proprie premesse nelle opere di alcuni autori che anagraficamente potrebbero esserne i padri, se non – in qualche caso -  addirittura i nonni.

Al di là di ogni  differenza  concettuale, stilistica e cronologica, le opere degli artisti in mostra nascono infatti tutte dall’incontro o dalla ricerca di vecchie fotografie trovate nelle bancarelle dei rigattieri o negli album di famiglia,  dal recupero di antichi suoni, di film amatoriali o d’autore. Come affascinati collezionisti di cose senza valore, questi autori hanno lavorato su materiali  pre-esistenti e carichi di memoria, ma non si sono limitati solo a riportare alla luce tracce del passato o della storia. Ciò che preme loro, infatti, non è tanto riproporre il passato tout court, ma sottrarre tali immagini dall’amnesia collettiva in cui cadono nella società mediatica occidentale, per restituire ad esse una voce che giunga fino a noi. Per questo in ogni loro opera è presente uno scarto, una differenza, un intervento (fatto magari di accostamenti inediti o inaspettati, di riletture o di complessi interventi manuali), capaci di riattivare il passato, di aprirla all’immaginazione, a nuove narrazioni a volte sottilmente ironiche, a volte poetiche o analitiche, giocose o spiazzanti, critiche o interrogative.

Il loro operare anacronistico, sempre con lo sguardo rivolto all’indietro,  non è  mai un gratuito gioco con la storia personale o collettiva.  Essi sono consapevoli che il passato è laggiù, sprofondato in un tempo remoto, e che per farlo rivivere debba essere rivisitato, ripensato, rigiocato, scompaginato. Paradossalmente anacronistiche e inattuali, tali opere partono da tracce del passato per far incontrare il “già avvenuto” con l’”adesso”. Producono esperienze aperte che turbano la nostra percezione in un gioco incessante di piccole alterazioni e cancellature,  aggiunte o spostamenti che stimolano l’osservatore a entrare nell’intimità delle opere e a creare nuove narrazioni, immerse in un tempo complesso, né attuale, né davvero inattuale.  Queste opere insomma, pur nella loro ricca diversità progettuale e poetica,  s’impegnano a  “riunire il prima, il durante e il dopo”, come auspicava Marcel Duchamp.

La mostra presenta lavori video, fotografie e installazioni dei seguenti autori:
Vincenzo Agnetti, Gianfranco Baruchello, Maggie Cardelús (Spagna/USA) Martina Della Valle, Rä di Martino, Laurent Fiévet (Francia), Meri Gorni, Paolo Inverni, Vladimir Kupriyanov (Russia), Lena Liv, Fabio Mauri, Marcelo Moscheta (Brasile), Davide Mosconi, Daniel Pitín (Repubblica Ceca), Catherine Poncin (Francia), Kurt Ralske (USA), Moira Ricci, Sylvie Romieu (Francia), Éric Rondepierre (Francia), Indre Serpytyte (Lituania), Mirko Smerdel, Aldo Tagliaferro, Dubravka Vidovic (Croazia), Ciro Vitale, Roger Welch (USA).

Il titolo della mostra è un omaggio all’opera di Aldo Tagliaferro “Memoria variabile” 1973

Galleria Milano
Via Manin, 13 – Via Turati, 14
Tel. 02 29 00 03 52 – Tel e Fax 02 29 00 32 83
info@galleriamilano.com


Mirko Smerdel Utopic Memory Landscape  2010
Meri Gorni Con testo a Fronte, 2009-2010



Share |
TTA 2022 selected stories
Here at https://traveltalesaward.com/tta2022-selected-storyes/ are the 50 stories selected by TTA 20...
autunno con CITIES
Cities vi propone un autunno all'insegna della grande Fotografia! Inizieremo il 17 e 18 sette...
TTA WEEKEND 2022
Travel Tales Award 2022 arriva alla sua fase conclusiva, con il TTA Weekend dell’1 e 2 ottobre...
FFE 2022 in arrivo
In arrivo uno dei più importanti festival di Fotografia in Italia, la tredicesima edizione de...
mostra Travel Tales 2022
Starring,  con Photographers.it, Viaggio Fotografico,  Il FOTOGRAFO,  la OTTO Gallery...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
22 Ottobre 2022         a Roma   (Roma)
ws cities ..[continua]

  Popular Tags  
software fotografia professionale fotografie video donne campagna phlibero mostra fotografica autunno file trieste photo days fotografia contemporanea camera oscura calendario terremoto immagine
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
20/09/21
I numeri di Photographers.it
13961 Utenti Registrati + 35649 Iscritti alla Newsletter
6973 News Inserite - 1871 Articoli Inseriti
2818 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate