Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   www.esta-usa-visto.it/   Shoot Food              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Fotografi » Centro » Scheda personale di: ALESSANDRO BUGELLI

ALESSANDRO BUGELLI
PORCARI - Lucca - Toscana
Classe utente: Fotografo
Alessandro Bugelli, è un giornalista e fotografo italiano nato sulla Montagna Pistoiese, in Toscana, nel 1964.

Proprio nella sua terra natale inizia a dedicarsi alla fotografia ancora giovanissimo, a fine anni settanta, raccontando per immagini tutto quello che catturava la sua attenzione, la sua sensibilità. Prima con macchine fotografiche decisamente “da due soldi”

Determinanti, per far scattare la scintilla della passione le ore di educazione tecnica in terza media, dove impara i rudimenti dello scatto e dello sviluppo/stampa.

Decide molto presto di diventare fotografo, sconvolgendo i progetti dei propri genitori che lo volevano certamente con un lavoro più “normale”. Giá i primi ritratti, i primi paesaggi, risultano carichi d’intensitá, i suoi lavori iniziano a “parlare”.

Dal 1986 la sua passione per la fotografia inizia a strutturarsi. Nel paesaggio si ispira a Franco Fontana, cercando i colori forti e le immagini pulite, essenziali, nel bianco e nero, con pellicola 6x6, si ispira ai grandi del reportage sociale, andando ad esplorare nuove possibilitá visive ed intellettuali. Per avviarsi alla professione sceglie lo sport, il motocross. Sono anche gli anni in cui si forma una preparazione tecnica e culturale determinante per l’evoluzione della sua fotografia, cosí come il vincolo con quello che fotografa, che andrà poi a documentare anche come giornalista.

Ben presto le foto del giovane Bugelli hanno il loro impatto, vengono pubblicate sulle maggiori riviste del settore moto, sovente usate per corredare quello che scriveva: “La fotografia era la possibilitá del racconto di storie”.
Iscritto all’ordine dei Giornalisti nel dicembre 1992, arriverà a lavorare come fotografo sino al 1995, spaziando anche nello still-life, nelle riproduzioni di opere d’arte e nel reportage industriale, oltre che proseguire a raccontare il motocross a livello sia nazionale che internazionale, pubblicando anche all’estero.

Dal 1996 cambia orizzonti. Inizia ad interessarsi di automobilismo, ma solo come giornalista. “Mi ritrovavo piú a scrivere che a fotografare, ero diventato un fotografo che scrive, o forse uno che scrive e poi anche fotografa”, racconta. Da lì avvia una importante carriera sia nel giornalismo seguendo i maggiori eventi di rally in Italia, e nella comunicazione, lavorando per molte organizzazioni e Case automobilistiche.

La fotografia, sino al 2004 era rimasta in un piano inferiore, c’era da consolidare la professione giornalistica, dare ad essa un indirizzo equilibrato, acquisire credibilità. Il passaggio dall’analogico al digitale è stato non troppo sofferto ma sulle prime molto scettico: “Ero perplesso, forse anche un poco spiazzato: il digitale fu come vedere precipitare un macigno in un lago tranquillo, le certezze che avevo con la pellicola, con le diapositive e con il bianco e nero, andavano sfaldandosi. Ma dovetti . . . “arrendermi” e adattarmi. Oggi si va alla grande, ma lavoro ancora con le pellicole, la fotografia per me è ancora quella. Le pellicole non perdonano, soltanto per il fatto che il risultato lo vedi dopo, ti impongono di essere padrone della tecnica, averla in mano ed avere l’idea bene salda in testa. E nel cuore”.

Torna, a piccoli passi, a lavorare in maniera indipendente per giornali, aziende, e realizza reportage sociali, riuscendo a mescolare magistralmente la sua sensibilità e tecnica con le esigenze chieste dalla committenza di oggi, creando risultati di spessore. É un successo che lo porterá a collaborare con prestigiose realtà nazionali ed internazionali oltre che curare l’immagine e la comunicazione di personaggi sportivi di alto livello.

Oggi si dedica a tutte le sperimentazioni della fotografia, compresa quella con i droni, l’ultima frontiera. “Adesso, con immutata passione, divertimento ed un pizzico ironia, opero nei campi piú diversi. Inoltre, recupero spesso materiale dal mio archivio fotografico per pensare nuovi progetti”.


Questa pagina è stata visitata 10250 volte
  
 

Progetti pubblicati:

  1. VARIE DI SPORT (exhibition)
  2. AREA DA VIVERE, IL PADULE DI MONSUMMANO TERME (progetto)
  3. VOLTI DAL MONDO (progetto)

URBAN 2019 Photo Awards: iscrizioni aperte
Non fatevi scappare l’opportunità di misurare il vostro talento con la macchina fotografica! Le iscr...
Profughi di Emilio Tadini
dal 27 febbraio al 20 aprile 2019 a SPAZIO TADINI CASA MUSEO una grande mostra dedicata a "PROF...
Slightly Altered // SYNCHRODOGS
Office Project Room è lieta di annunciare la mostra personale dei Synchrodogs, duo di artisti...
Ando Gilardi reporter. Italia 1950-1962
Proseguendo quanto relazionato da queste pagine poco più di un anno fa, a proposito dell...
Mia Photo Fair 2019
Torna la fiera internazionale dedicata alla fotografia d’arte in Italia, con il supporto del M...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
30 Marzo 2019         a varie città   (Roma)
progetti Cities 5 ..[continua]
18 Aprile 2019         a ERITREA   (Lecco)
workshop fotografico dedicato alla fotografia di reportage I partecipanti lavoreranno a ideazione, s..[continua]

  Popular Tags  
banco ottico magazine Sicilia raw photofestival montagna polifemo fiori abbandono Estate venezia arti visive storytelling studio food Abruzzo
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13769 Utenti Registrati + 12904 Iscritti alla Newsletter
6734 News Inserite - 1802 Articoli Inseriti
2807 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate