Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   www.esta-usa-visto.it/   Shoot Food              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Fotografi » Nord » Scheda personale di: Amandine

Amandine
Genova - Genova - Liguria
Classe utente: Fotografo
Questa pagina è stata visitata 996 volte
Galleria personale:
Voyages (en train) presentazione Voyages (en train) presentazione Voyages (en train) presentazione Voyages (en train) 2 Voyages (en train) 3 Voyages (en train) 4
Voyages (en train) 5 Voyages (en train) 6 Voyages (en train) 7 Voyages (en train) 8 Voyages (en train) 9 Voyages (en train) 10
  
 
Commenti:
30/05/12 13:43
Amandine scrive:

--Voyages (en train)

Lontana dall’esperienza californiana, che mi aveva abituato a dei lunghi spostamenti in automobile, ho ritrovato le gioie e i dolori dei trasporti pubblici europei. Questo progetto è nato durante i miei numerosi spostamenti in treno tra Genova, Milano e Torino.

Scattate alcune foto, mi sono subito resa conto che le mie immagini erano sfasate rispetto al paesaggio che vedevo attraverso il finestrino. La mia memoria aveva registrato una combinazione di diversi frammenti d’immagine, un fenomeno che Benjamin Gastineau chiamava ‘visione sintetica del colpo d’occhio’ e che Aldous Huxley aveva definito ‘visione globale.’

Per mostrare la velocità del movimento ho dovuto far ricorso sia allo sfumato del mosso che ad una serie d’incidenti caratteristici: riflessi nel vetro, interferenze degli alberi, ecc. Inoltre, la lentezza dello scatto ha aggiunto un elemento imprevisto al progetto, un gioco in cui il caso ha spesso definito l’inquadramento dell’immagine. Dopo molte andate e ritorni ha preso forma una sequenza fotografica in cui i dettagli del paesaggio spariscono nello sfumato e le forme si diluiscono nel colore. Restavano da dissimulare il movimento del treno e la frammentazione dell’immagine. Per farlo, ho creato un’istallazione di 10 fotografie divise in due, in cui ciascuna metà è fissata a dei pannelli scorrevoli in alluminio che misurano, una volta aperti, più di quattro metri.

Cosa resta a posteriori di un viaggio in treno? Delle ‘impressioni sfuggenti’, scriveva J. Jongkind, oppure degli ‘stati d’occhi’ secondo E. Degas. Viaggi (in treno) cerca di rispondere a questa domanda proponendo un percorso visuale originale e movimentato.


Elementi tecnici:
• 10 stampe a getto d’inchiostro su carta Epson Luster - 43 cm x 28 cm (17”x11”), divisi a meta.
• 20 pannelli scorrevoli in alluminio – 24 cm x 33 cm (9.5”x13”), Ouvert: 420 cm x 28 cm (13 ft 9” x 13”)
• Scatola protettiva in aluminio – 24 cm x 33 cm (9.5”x13”)
• Prototipo: Gianni et Giuseppe Sechi
• Caracteri tipografici: Rui Abreu
1 pagina: 1
Cities 6
Cities 6 è in uscita a fine marzo 2020! oltre a poter ordinare copie del magazine sono dis...
CITIES INSIDE
rilanciamo volentieri una nuova iniziativa del nostro partner Isp; una call gratuita per progetti ch...
News dai Festival
riteniamo utile per chi si interessa di Fotografia un memo sui riposizionamenti in corso dei princip...
17 Graffi. Piazza Fontana 50°
Nel cinquantesimo anniversario di quella che fu una delle pagine più drammatiche della storia...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
13 Settembre 2020         a VIETNAM   (Lecco)
workshop - viaggio fotografico con il fotografo Pensotti Stefano nel vIETNAM Reportage, paesaggio, s..[continua]

  Popular Tags  
fotografa fotolia portraits food bandi contemporanea ambiente iPhone FineArt evento guerra magazine libri polifemo workshop microstock
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13900 Utenti Registrati + 22364 Iscritti alla Newsletter
6877 News Inserite - 1845 Articoli Inseriti
2811 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate