Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

News » Mostre » Scheda News

12 mm: un mare di pagine
Autore: Andrea Battaglini - Pubblicato il 11/05/17 - Categoria Mostre
Questa news non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina č stata visitata 1176 volte

Share |

Dodici millimetri di libri consumati dal tempo e masticati dagli acari e dall’incuria. Le mie macrofotografie sui libri riguardano così la perdita e la rigenerazione della memoria scritta. E’ un progetto sull’ipovisione – quella dell’occhio dell’acaro/insetto -  relativa alla distruzione dei libri danneggiati dal peso del tempo (perdita della memoria scritta, “Bookillers”),  alla rigenerazione della stessa memoria nella serie  “A sea of pages”, dove i dettagli dei libri diventano  orizzonti marini, e alle ferite della memoria che richiamano le lacerazioni della natura (Untouchables Books/Pages of Rocks).

In “Bookillers” ho alternato frammenti di angoli e pagine di libri con una macrovisione delle lettere mangiate dagli acari, simbolo e metafora di ignoranza e  incuria.

In “A Sea of Pages” i macro-dettagli dei libri (1 cm. circa) – scattati su pagine, fogli, angoli, coste, dorsi e morsi di libri vecchi e usati – diventano qualcosa di differente: mari, onde, orizzonti marini dove l’acqua è simbolo di rigenerazione della vecchia e consumata memoria scritta. In “Untouchables Books/Pages of Rocks” i dettagli dei libri feriti richiamano le lesioni della natura.

Per creare i mie lavori ho assemblato un obiettivo macro e basculabile che potesse coincidere con la visione dell’acaro che è ipovedente: un microcosmo a fuoco – il futuro e potenziale pasto – e il resto indefinito. E se il pasto dell’acaro richiama ironicamente l’attuale e diffuso oblio della memoria, lo sguardo sulle marine di carta resta visionario. Gli occhi focalizzano micro-dettagli e scivolano sul contesto liquidando ogni visione d’insieme. I contorni evaporano. Vagabondano. Restano tracce, sentieri indecisi, pensieri orfani.

 

Andrea Battaglini, Milano marzo 2017

 

Allestimento a cura dell’arch. Elisabetta Bagliani

Poster design di Guia Colombo

Share |
AI PHOTO ART DEVELOPMENT
Corso online per l’uso dei nuovi programmi di intelligenza artificiale dedicati all’imag...
mostra Travel Tales 2022
Starring,  con Photographers.it, Viaggio Fotografico,  Il FOTOGRAFO,  la OTTO Gallery...
TPD 2022 le prime anticipazioni
Trieste Photo Days 2022: le prime anticipazioni 28-29-30 ottobre 2022 - 9a edizione Ospiti Susan...
autunno con CITIES
Cities vi propone un autunno all'insegna della grande Fotografia! Inizieremo il 17 e 18 sette...
FFE 2022 in arrivo
In arrivo uno dei più importanti festival di Fotografia in Italia, la tredicesima edizione de...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
22 Ottobre 2022         a Roma   (Roma)
ws cities ..[continua]
02 Novembre 2022         a Milano   (Milano)
aiart ..[continua]

  Popular Tags  
isfci movimento news riflessioni poesia mostra silenzio BN micamera Padova valentina sud colore fotografia contemporanea 2011 MIA fair
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
20/09/21
I numeri di Photographers.it
13962 Utenti Registrati + 35860 Iscritti alla Newsletter
6976 News Inserite - 1872 Articoli Inseriti
2818 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate