Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   Shoot Food              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

News » Mostre » Scheda News

Gabriele Croppi con due mostre a Casale Monferrato
Autore: Gabriele Croppi - Pubblicato il 28/01/10 - Categoria Mostre
Questa news non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 4323 volte

Share |
Fotografo di fama, reso celebre proprio dalla sua capacità di coniugare l'arte con il ruolo documentaristico della fotografia, Gabriele Croppi ha scelto Casale Monferrato per presentare un progetto dal forte contenuto evocativo. Due mostre proprio nella settimana in cui il capoluogo del Monferrato, dove esiste un’attiva comunità ebraica, incornicia il Giorno della Memoria in cui tutta Europa ricorda la liberazione di Auschwitz.
La prima delle due occasioni per incontrare Croppi sarà sabato 30 gennaio alle ore 18 alla Libreria il Labirinto (via Benvenuto Sangiorgio a Casale). Si inaugura la mostra “Visioni” - Fotografie, documentazione e finzione presentata dalla giornalista e critica d'arte Maria Teresa Cerretelli. Una trentina di scatti che rispecchiano le profonde riflessioni sul concetto di arte fotografica tra sperimentazione artistica, realtà fotografica ed esigenza di raccontare storie per immagini lasciando spazio alla fantasia. Scrive Roberto Bertinotti: "La fotografia di Gabriele Croppi è tutto fuorché immediata e impressionistica, ma si nutre di fitti rimandi intertestuali e procede sovente per "accumulazioni" letterarie e poetiche. In perfetta sintonia con una parabola di Borges che parla di un pittore che descrive paesaggi - alberi, monti, fiumi - e alla fine si accorge di avere dipinto il proprio autoritratto".
La seconda mostra di Croppi dal titolo Shoà e Post-memoria si apre invece domenica 31 Gennaio alle ore 17 nella sala mostre della Comunità Ebraica, organizzata dalla Galleria Ermanno Tedeschi e l’importante complesso architettonico in vicolo salomone Olper che ospita una delle più belle Sinagoghe d'Europa (fondata oltre 500 anni fa) il Museo di Arte e Storia Ebraica e il Museo dei Lumi (una straordinaria raccolta di arte moderna sul tema della lampada di Channukkà). Qui Gabriele Croppi mostrerà un’altra trentina di immagini frutto di una dolorosa consapevolezza maturata in un istante che ricorda lui stesso “Nel maggio del 2008 una rivista di viaggi mi commissionò un servizio fotografico sulla città di Linz, in Austria. Lo terminai in anticipo. Decisi di impegnare il tempo libero che mi era rimasto alla visita del campo di concentramento di Mauthausen, situato a pochi chilometri di distanza. Dalla fermata dell’autobus di linea mi incamminai per una strada che si arrampicava su di una collina, per circa un chilometro. Ricordo due cose. Enormi cartelli sulla strada a recitare slogan di benvenuto e reclamizzare confortevoli hotel e una cucina squisita. Un campo di spighe mosse dal vento che non esitai a fotografare. Poi alzai gli occhi e da quell’istante cominciai a interessarmi al tema della Shoah. Vidi la siluette delle torri di guardia del campo di concentramento e cominciai a piangere, inspiegabilmente, per quasi due ore… Dovettero passare giorni o settimane, prima che potessi capire la natura e il motivo di quel pianto. In un saggio di Marianne Hirsch appresi per la prima volta il concetto di post-memoria, e cioè: della capacità di rivivere il dramma della Shoah da parte delle generazioni successive. Le torri di Mauthausen, per me, erano state questo: simboli e icone assorbite passivamente per 34 anni, riemerse in maniera improvvisa e irrazionale. Questa consapevolezza mi rese partecipe di un nuovo modo di vedere il mondo e smisi di osservare alcuni oggetti della quotidianità come avevo fatto sino allora. I binari di una stazione ferroviaria, il filo spinato di delimitazione di un cantiere edile, la doccia di casa, una lunga fila di persone alla cassa di un supermercato, i vagoni arrugginiti di un treno merci: da quel momento in poi, tutto si sarebbe caricato di un nuovo significato". Da quel momento Croppi si mette in viaggio in Europa fra Austria, Germania e Polonia, per fotografare i luoghi della Shoah, non già in chiave documentaristica – come tante volte era stato fatto –, ma per trasformare i luoghi della Shoah in una occasione di produzione “iconografica” e di verifica della stessa, in cui un atto estetico può contribuire alla conservazione o rievocazione di una “verità” storica. Un modo per allargare il raggio di persuasività alle generazioni presenti e future, e che l’approccio scientifico e storiografico possa arrivare anche in conseguenza di un’”infatuazione” estetica ed emozionale propria dei meccanismi della post-memoria. Anche in questo occasione la mostra sarà introdotta dal commento della giornalista Maria Teresa Cerretelli.

"Visioni" fotografie 2006-2007
A cura di Maria Teresa Cerretelli
Dal 30 gennaio al 28 febbraio 2010.
Galleria "Il Labirinto" Via Benvenuto Sangiorgio, 4 Casale Monferrato
Vernice: 30 gennaio ore 18,00

"Shoah e post-memoria" fotografie 2008-2009
A cura di Maria Teresa Cerretelli in collaborazione con Galleria Ermanno Tedeschi, Milano, Roma, Torino
Dal 31 gennaio al 21 febbraio 2010.
Comunità ebraica di Casale Monferrato Vicolo Salomone Olper, 44 Casale Monferrato
Vernice: 31 gennaio ore 17,00

Tutti gli incontri sono gratuiti per informazioni tel 0142 71807 www.casalebraica.org.
Share |
Anteprima Colorno Photolife 26 agosto
Colorno  Photo Life anteprima venerdì 26 agosto l’anteprima del festival con l&...
CITIES 10
CITIES 10 è pronto ed in preordine ora! PRENOTA LA TUA COPIA PRIMA CHE LA TIRATURA SI ESAU...
Fotoleggendo 2022
Torna sotto la direzione artistica di Emilio D’Itri, dopo tre anni di pausa, la XV edizione de...
Travel Tales II
Starring,  con Photographers.it, Viaggio Fotografico,  Il FOTOGRAFO,  la OTTO Gallery...
TTA 2022 selected stories
Here at https://traveltalesaward.com/tta2022-selected-storyes/ are the 50 stories selected by TTA 20...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
17 Settembre 2022         a Milano   (Milano)
cities ..[continua]

  Popular Tags  
bologna Festival viaggi guerra 2010 matrimoni movimento Istituto Italiano di Foto sardegna FineArt fotografia analogica personale alberi jazz Parigi Fulvio Bortolozzo
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
20/09/21
I numeri di Photographers.it
13960 Utenti Registrati + 35052 Iscritti alla Newsletter
6961 News Inserite - 1868 Articoli Inseriti
2818 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate