Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi www.esta-usa-visto.it/   ISP   Shoot Food              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

News » Web » Scheda News

Giappone. L'isola-fantasma negli scatti di Shane Thoms.
Autore: Redazione - Pubblicato il 04/11/15 - Categoria Web
Questa news non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 3814 volte

Share |
Giappone. I fotografi, si sa, sono sempre a caccia di storie, ma questa trovata dall'australiano Shane Thoms ha davvero dell'incredibile.
Siamo nel moderno e civilizzato Giappone, dove pochi chilometri a sud di Nagasaki c'è un'isola chiamata Hashima, l'arcipelago noto anche come Gunkanjima, ovvero isola della nave da guerra, per la somiglianza della sua forma alla corazza giapponese Tosa, un tempo abitata soprattutto dai minatori.





Quando nel 1974 le miniere di carbone vennero chiuse, l'isola fu abbandonata e tutti i suoi edifici furono dismessi, lasciati in condizione di estremo decadimento.  L'isola nel corso del tempo è diventata uno dei più grandi e significativi esempi di archeologia industriale, nonché argomento frequente di discussione tra gli appassionati di rovine.



Nonostante questo, le notizie che circolano su di essa sono poche e frammentarie perché è quasi impossibile accedervi e visitarla liberamente. Le condizioni in cui si ritrova da quarant'anni sono piuttosto pericolose, dato lo stato di progressivo abbandono.



Quasi appunto, perché il fotografo australiano Shane Thoms è riuscito a testimoniare con un reportage sorprendente, lo stato di desolazione in cui si ritrova questa isola-città fantasma.
Per approfondire la visita, avere tempo per scattare qualche immagine e agire indisturbato il fotografo ha raggiunto l’isola nella notte, a bordo di una barchetta da pescatore con un gruppo di amici, ritrovandosi all'alba del giorno seguente all'interno di uno scenario dai contorni apocalittici.




Edifici pericolanti, corridoi fatiscenti, botteghe dismesse e distrutte, scalinate dall'aspetto tetro e cupo. La natura ha fatto il suo corso, impossessandosi delle rovine della città, mescolandosi con li resti lasciati dall'uomo, abbandonati a se stessi e al corso del tempo.
Le sue immagini potenti e ruvide testimoniano il fascino che solo certi luoghi abbandonati, intrisi e vissuti di storia, sono in grado di avere.



Per maggiori informazioni sui suoi progetti potete visitare il sito web: http://www.shanethoms.com/ 
Share |
Mia Photo Fair 2019
Torna la fiera internazionale dedicata alla fotografia d’arte in Italia, con il supporto del M...
Profughi di Emilio Tadini
dal 27 febbraio al 20 aprile 2019 a SPAZIO TADINI CASA MUSEO una grande mostra dedicata a "PROF...
URBAN 2019 Photo Awards: iscrizioni aperte
Non fatevi scappare l’opportunità di misurare il vostro talento con la macchina fotografica! Le iscr...
Ando Gilardi reporter. Italia 1950-1962
Proseguendo quanto relazionato da queste pagine poco più di un anno fa, a proposito dell...
Slightly Altered // SYNCHRODOGS
Office Project Room è lieta di annunciare la mostra personale dei Synchrodogs, duo di artisti...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
30 Marzo 2019         a varie città   (Roma)
progetti Cities 5 ..[continua]
18 Aprile 2019         a ERITREA   (Lecco)
workshop fotografico dedicato alla fotografia di reportage I partecipanti lavoreranno a ideazione, s..[continua]

  Popular Tags  
tau visual jazz musica Ritratti lecce vintage milano maschere ombre web Photographers Days confini bologna contemporanea manicomio pubblicità
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13769 Utenti Registrati + 12904 Iscritti alla Newsletter
6734 News Inserite - 1802 Articoli Inseriti
2807 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate