Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   ISP   Photofestival              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

News » Web » Scheda News

Giappone. L'isola-fantasma negli scatti di Shane Thoms.
Autore: Redazione - Pubblicato il 04/11/15 - Categoria Web
Questa news non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 2025 volte

Share |
Giappone. I fotografi, si sa, sono sempre a caccia di storie, ma questa trovata dall'australiano Shane Thoms ha davvero dell'incredibile.
Siamo nel moderno e civilizzato Giappone, dove pochi chilometri a sud di Nagasaki c'è un'isola chiamata Hashima, l'arcipelago noto anche come Gunkanjima, ovvero isola della nave da guerra, per la somiglianza della sua forma alla corazza giapponese Tosa, un tempo abitata soprattutto dai minatori.





Quando nel 1974 le miniere di carbone vennero chiuse, l'isola fu abbandonata e tutti i suoi edifici furono dismessi, lasciati in condizione di estremo decadimento.  L'isola nel corso del tempo è diventata uno dei più grandi e significativi esempi di archeologia industriale, nonché argomento frequente di discussione tra gli appassionati di rovine.



Nonostante questo, le notizie che circolano su di essa sono poche e frammentarie perché è quasi impossibile accedervi e visitarla liberamente. Le condizioni in cui si ritrova da quarant'anni sono piuttosto pericolose, dato lo stato di progressivo abbandono.



Quasi appunto, perché il fotografo australiano Shane Thoms è riuscito a testimoniare con un reportage sorprendente, lo stato di desolazione in cui si ritrova questa isola-città fantasma.
Per approfondire la visita, avere tempo per scattare qualche immagine e agire indisturbato il fotografo ha raggiunto l’isola nella notte, a bordo di una barchetta da pescatore con un gruppo di amici, ritrovandosi all'alba del giorno seguente all'interno di uno scenario dai contorni apocalittici.




Edifici pericolanti, corridoi fatiscenti, botteghe dismesse e distrutte, scalinate dall'aspetto tetro e cupo. La natura ha fatto il suo corso, impossessandosi delle rovine della città, mescolandosi con li resti lasciati dall'uomo, abbandonati a se stessi e al corso del tempo.
Le sue immagini potenti e ruvide testimoniano il fascino che solo certi luoghi abbandonati, intrisi e vissuti di storia, sono in grado di avere.



Per maggiori informazioni sui suoi progetti potete visitare il sito web: http://www.shanethoms.com/ 
Share |
URBAN Photo Awards 2017: raggiunti 5.000 € di montepremi
URBAN PHOTO AWARDS ripropone un progetto fotografico che ha partecipato nella sezione di Street Phot...
Ritorna il concorso fotografico internazionale URBAN 2017 Photo Awards
Il 14 febbraio 2017 si apriranno le iscrizioni al concorso fotografico URBAN Photo Awards, promosso ...
Mia Fair Recensione
MIA FAIR 2017 : WHITE POWER Allestimenti minimali , luci perennemente accese e tanto  bianc...
Paesaggi di Barriera - OfBAM Osservatorio fotografico Barriera di Milano | Torino Nord 
Il quartiere Barriera di Milano è nato come un confine, un ponte tra la città...
International Photo Project 2017
A Milano, negli spazi della Fabbrica del Vapore, dal 24 al 26 marzo l’esperienza da non perder...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
06 Aprile 2017         a Milano   (Milano)
Corso di Street Photography con Angelo Ferrillo a Officine Fotografiche Milano. ..[continua]

  Popular Tags  
cavalli lecce eventi cusano colore canson base palermo fotografia digitale contrasto Nital pubblicità silenzio scuola di fotografia volti toscana
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13404 Utenti Registrati + 9236 Iscritti alla Newsletter
6317 News Inserite - 1724 Articoli Inseriti
2749 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate