Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

News » Pubblicazioni » Scheda News

Il marinaio che fotografò il Tibet
Autore: Irene Cabiati - Pubblicato il 29/11/19 - Categoria Pubblicazioni
Questa news non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 1990 volte

Share |

Irene Cabiati presenta (30 novembre , ore 17 - Museo Museo Navale Internazionale di Imperia) il libro del comandante Flavio Serafini «Eugenio Ghersi - Un Medico di Marina sulle vie del mondo» (CLD Libri).  Ghersi, durante la carriera militare, partecipò a due spedizioni in Tibet dell’orientalista prof. Giuseppe Tucci  come cartografo e fotografo. I materiali raccolti dai due esploratori negli anni Trenta arricchiscono le collezioni del Museo delle Civiltà di Roma e il Museo Navale di Imperia.

Il Tibet che pochi avevano esplorato

Durante le spedizioni in Tibet Ghersi giocò un ruolo fondamentale nella logistica e nella documentazione. Scriveva anche il diario ufficiale che Flavio Serafini, ha inserito nel libro confrontandolo con gli appunti di Tucci. Il professore conosceva i dialetti locali e dialogava con la popolazione (sulla quale, talvolta, il suo giudizio è piuttosto superficiale) e soprattutto i lama. Lo studioso concentrava su di loro ogni attenzione per poter acquistare libri, oggetti sacri, dipinti e sculture.  

Camminando fino a quote che sfiorano i 6 mila metri per sentieri impervi, passerelle traballanti e ponti di ghiaccio, fra tempeste di neve, valanghe e assalti di banditi, le carovane raggiungevano villaggi sperduti e luoghi di culto alla ricerca di manoscritti e oggetti, scavando persino nelle grotte. Le fotografie e i filmini ( Molti sono conservati al Museo delle Civiltà di Roma e al Museo Navale di Imperia) sono preziosissimi perché oggi quei villaggi e monasteri non esistono più essendo stati rasi al suolo dalla spietata avanzata dell’esercito cinese.

Monaci e stregoni

Il cammino in Tibet è costellato di incontri soprattutto con lama e monaci che accolgono gli ospiti stranieri con tè miscelato a sale, soda e burro: («Disgustoso», commenta Ghersi), intense cerimonie e feste a cui talvolta partecipano gli abitanti dei villaggi. Le danze sono rese più emozionanti dalle spaventose maschere rituali e dall’esibizione del monaco stregone: brandisce una spada per combattere contro gli spiriti maligni e beve spesso alla fiaschetta fino a cadere svenuto.

E ancora, l’incontro con gli asceti che  sanno dominare le funzioni del corpo come la temperatura e il battito cardiaco. Molto pittoresche le trattative di Tucci con i monaci. Per esempio, scrive Ghersi: «Nella cappella di un sacerdote Tucci ha notato una thangka (pittura su tela) di notevole interesse ed offre subito ben 160 rupie in argento. Il sacerdote, molto garbatamente, non accetta. A tarda notte però, con grande cautela, alcuni sacerdoti vengono al campo offrendo oggetti di culto e libri».

approfondimenti: https://www.lastampa.it/viaggi/mondo/2019/11/24/news/il-medico-marinaio-stregato-dal-tibet-1.37999700

Share |
Iscrizioni aperte a URBAN Photo Awards 2021!
Bruce Gilden presidente della giuria In palio un montepremi del valore di 23.000 € e mostre al...
TRAVEL TALES AWARD
In un momento storico in cui  i Fotografi hanno dovuto forzatamente chiudere le valigie in cant...
CITIES STORY
“Fotografare è una maniera di vivere. Ma importante è la vita, non la fotografia...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
Non ci sono Eventi per questa categoria.

  Popular Tags  
fotoleggendo donne sviluppo Nital obiettivo reporter creatività internazionale web milandri collettiva fotolibro fashion piemonte moda phlibero lecce
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13930 Utenti Registrati + 30022 Iscritti alla Newsletter
6883 News Inserite - 1849 Articoli Inseriti
2816 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate