Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

News » Mostre » Scheda News

Olive & bulloni. Ando Gilardi. Lavoro contadino e operaio nell'Italia del dopoguerra (1950-1962)
Autore: Fondazione Corrente Onlus - Pubblicato il 28/09/11 - Categoria Mostre
Gradimento: Molto Interessante
Questa pagina è stata visitata 2558 volte

Share |

Dopo l'importante esposizione allestita nel 2009 alla Fondazione Benetton di Treviso, la Fondazione Corrente promuove una mostra di opere di Ando Gilardi, illustre fotografo e storico della fotografia, milanese d'adozione.

La mostra, che presenta una nuova selezione dei materiali esposti a Treviso, è una retrospettiva del singolare lavoro di reportage svolto da Ando Gilardi nell’Italia del dopoguerra. Uno sguardo insolito sull’Italia della ricostruzione e dell’inizio del boom, da parte di un testimone contemporaneo.

In mostra saranno esposte 30 fotografie di Ando Gilardi, realizzate dall’artista tra il 1950 ed il 1961 assieme a pubblicazioni e documenti d’epoca, a partire dal periodico “Lavoro”, la rivista della Cgil fondata nel 1948 da Giuseppe Di Vittorio e diretta da Gianni Toti dal 1952 al 1958, di cui Gilardi è stato redattore assieme a colleghi tra cui spiccano i nomi di Lietta Tornabuoni, Franco De Poli, Renato Guttuso e Ugo Attardi.

Del percorso espositivo fa parte anche una video intervista ad Ando Gilardi Piedi scalzi mani nere. Braccianti e operai degli anni ’50 nei reportage di Ando Gilardi, curata da Giuliano Grasso, nella quale il fotografo racconta la sua esperienza di inviato speciale fra gli operai delle fabbriche del nord e i braccianti del Mezzogiorno più povero.

La fotografia di Gilardi, lontana dall’immagine costruita ed estetizzante del fotogiornalismo d’oltreoceano, si esprime con i modi originali di una esuberante e personale interpretazione dell’iconografia del lavoro. Testimonianza visiva ma soprattutto umana, tramite segni mnemotecnici – come Gilardi ama ridefinire le istantanee di questo periodo – di un’Italia profondamente diversa da quella di oggi.

 

La mostra sarà aperta dal 15 novembre 2011 (con inaugurazione alle ore 18) al 24 febbraio 2012, con il seguente orario: martedì, mercoledì, giovedì dalle ore 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30, venerdì dalle 15 alle 18.30.

La mostra è a ingresso libero.

Su prenotazione sono possibili visite guidate per gruppi e scuole.

 

Nell'ambito della mostra sono previste tre conferenze:

15 novembre 2011 ore 18: inaugurazione con la partecipazione di Toni Nicolini, fotografo, Patrizia Piccini, curatrice della Fototeca Storica Nazionale Ando Gilardi, Fabrizio Urettini, critico della fotografia.

13 dicembre 2011 ore 17: conferenza sulla Fototeca Storica Nazionale Ando Gilardi, a cura di Patrizia ed Elena Piccini, incontro conclusivo del seminario 2011 Fonti d’archivio per lo studio dell’arte contemporanea in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano.

12 gennaio 2012 ore 18: proiezione del documentario Piedi scalzi mani nere. Braccianti e operai degli anni ’50 nei reportage di Ando Gilardi, con la partecipazione del regista Giuliano Grasso e in videoconferenza di Ando Gilardi.

 

Con il patrocinio di Provincia di Milano, Comune di Milano, Camera Metropolitana del Lavoro di Milano.

Con il contributo di Fondazione Cariplo, Camera Metropolitana del Lavoro di Milano.

 

Per approfondimenti:

www.olivesandbolts.com

www.fondazionecorrente.org

www.fototeca-gilardi.com
www.spazioxyz.org

Share |
TRAVEL TALES AWARD
In un momento storico in cui  i Fotografi hanno dovuto forzatamente chiudere le valigie in cant...
vincitore CCF book award
Nell’ambito del Festival Corigliano Calabro Fotografia 2020 18a edizione   previsto ...
DREAMLANDS
In partenza la nuova iniziativa di  Isp, che in collaborazione con Photographers.it  propo...
Journey to the Lowlands vince l’URBAN Book Award 2020
La fotografa modenese Valeria Sacchetti con il progetto Journey to the Lowlands è la vincitri...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
Non ci sono Eventi per questa categoria.

  Popular Tags  
obiettivi terremoto camera oscura studio fotografico photofestival scultura salento ricerca maggio NAPOLI rassegne vintage Bambini Color BN autoritratto
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13903 Utenti Registrati + 29056 Iscritti alla Newsletter
6889 News Inserite - 1847 Articoli Inseriti
2814 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate