Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   Shoot Food              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Immagini » Natura » Scheda Progetto

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso: una meraviglia tutta italiana
Autore: Duilio Fiorille - Pubblicato il 20/02/11 - Categoria Natura
Il Parco Nazionale del Gran Paradiso è tra i più antichi in Italia. Nacque come riserva di caccia privata del Re Vittorio Emanuele II nel 1835. Dopo anni di caccia forsennata che mise a rischio estinzione le specie animali, Vittorio Emanuele III cedette la zona allo Stato istituendola come Parco Nazionale per la protezione della flora, della fauna alpina e del paesaggio: era il 3 Dicembre 1922. Il 5 Agosto 1947 si fondò l’attuale Ente Parco Nazionale Gran Paradiso, che ha sede a Torino.

Il territorio del Parco si estende per 71.000 ettari tra la Valle d'Aosta e il Piemonte. La vetta maggiore è quella del massiccio del Gran Paradiso (4.061 metri), unica montagna di tale altezza completamente in territorio italiano. Altre cime importanti sono la Grivola (3.969 metri), il Ciarforon (3.642 metri), la Tresenta (3.609 metri), tutte visibili dalla pianura torinese. Peculiarità del Parco sono i tanti laghi, molti concentrati nella zona del Colle del Nivolet, tra cui Agnel, Rosset, Leità, Tre Becchi. Tra le cascate cito quelle vicino a Lillaz, Noasca e Chiapili di Sopra. La vegetazione ospita larici, betulle, frassini, faggi, pini e molte altre specie. La flora è straordinariamente variegata: ricordo l'erioforo, dall'inconfondibile batuffolo che sboccia alla fine dell'estate, raggruppato foltissimo nelle zone umide. La fauna è sicuramente l'attrattiva maggiore del Parco: stambecchi (simbolo del Parco), camosci, aquile reali, gipeti, volpi, marmotte e trote sono alcuni tra gli abitanti.

Il facile accesso al Parco, a causa della carrozzabile che porta fino al magnifico Piano del Nivolet, ha creato problemi dovuti all'eccessivo utilizzo delle autovetture private. L'Ente del Parco ha promosso l'iniziativa "A piedi tra le nuvole", segnalata recentemente tra i finalisti al Premio Paesaggio del Consiglio d'Europa, che ne permette il raggiungimento tramite navette, limitando il traffico automobilistico estivo, salvaguardando le aree naturali e sensibilizzando il pubblico ad un maggiore rispetto dell'ambiente.

I recenti tagli della manovra finanziaria hanno duramente colpito i Parchi nazionali, riducendo molto gli stanziamenti previsti: i tagli mettono in seria difficoltà gli investimenti per i progetti di studio e il mantenimento e protezione delle aree naturali. Ritengo che questa politica non sia condivisibile, anteponendo i soliti interessi economici ad una risorsa ambientale da proteggere per la nostra generazione e quelle future.

Mi reco da anni al Parco per immortalarne le bellezze. Contemplare la luce tenue del Sole all’alba sulle vette, avere il batticuore di fronte agli stambecchi e ai camosci mentre brucano e saltano sulle rocce, gioire dei colori della vegetazione durante le diverse stagioni, il tutto rimanendo immersi in un silenzio che solo l'alta montagna sa regalare. Non si può che rimanere ammutoliti e stupiti da tanta grandezza che arricchisce l'animo e dona alla nostra memoria ricordi indelebili, oltre a ricordarci la fortuna che abbiamo a vivere in un pianeta così magnifico e variegato, ma anche così fragile e malato grazie alla distruzione perpetrata dall’uomo. Consiglio vivamente di visitare il Parco del Gran Paradiso: le escursioni possibili sono molteplici, dalle semplici passeggiate alle scalate alpinistiche impegnative. Durante le riprese fotografiche ai vari soggetti possibili occorre prestare cura, attenzione e rispetto, senza arrecare disturbo o fastidio alla fauna: essi non sono “trofei” viventi,ma esseri che vivono in armonia in un ambiente dall'ecosistema delicato.

Per tutte le informazioni sul Parco, le sue iniziative e il suo Regolamento, Vi invito a visitare il sito http://www.pngp.it (rinnovato di recente in una nuova versione grafica piacevole e ben navigabile), aggiornato costantemente su tutto ciò che succede nel Parco, dagli eventi e manifestazioni alle occasioni di formazione naturalistica e fotografica.
Questo progetto non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 23777 volte

Share |

Share |
mostra Travel Tales 2022
Starring,  con Photographers.it, Viaggio Fotografico,  Il FOTOGRAFO,  la OTTO Gallery...
Milano Sunday Photo
Milano Sunday Photo è il primo “Mercatino” milanese dedicato alla fotografia e in...
JOIE DE VIVRE contest
JOIE DE VIVRE - Straight Photography PREMIO FOTOGRAFICO MEMORIAL FRANCO PONTIGGIA "Franco...
CITIES 11
Siamo lieti di annunciare che abbiamo iniziato la produzione di Cities11 ! Con l’occasione ...
Fotografia Europea Open Call
E'  aperta l'Open Call di Fotografia Europea Fotografi, curatori e collettivi&nbs...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
18 Marzo 2023         a Uzbekistan   (Roma)
Samarcanda e la festa della Primavera ..[continua]
25 Aprile 2023         a Giordania   (Roma)
Giordania, Petra, Wadi Rum ..[continua]
27 Maggio 2023         a New York   (Roma)
02 Agosto 2023         a Olanda   (Roma)
Giedo ..[continua]

  Popular Tags  
dotart marco carulli Laboratorio performance fiaf Ando Gilardi Calabria italy roma bianco concorso manfrotto fotografia professionale poesia base musica
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
20/09/21
I numeri di Photographers.it
13970 Utenti Registrati + 38381 Iscritti alla Newsletter
7001 News Inserite - 1878 Articoli Inseriti
2816 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate