Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   www.esta-usa-visto.it/   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Immagini » Ricerca » Scheda Progetto

MIGRAZIONI - L'Odissea infinita
Autore: Donatella Sarchini - Pubblicato il 24/04/19 - Categoria Ricerca
La specie umana sta virando sempre di più da stanziale a migratoria.
Infatti da anni ormai stiamo assistendo a molteplici migrazioni di massa, causate non da una scelta di nomadismo, ma dettate da pura necessità di sopravvivenza.
L'incessante flusso migratorio coinvolge quasi tutti i paesi del mondo devastati da carestia e povertà endemiche e da secolari conflitti bellici, che non sono mai approdati a risoluzioni di pace neanche a breve termine, e tali flussi rappresentano in assoluto la realtà contemporanea più emergente e spiazzante.
Riuscire ad arginarli è un problema enorme, e riuscire a soccorrere ed accogliere i profughi in difficoltà è un'impresa drammatica, che ben pochi tra i paesi europei si stanno impegnando a mettere in atto.
Sulle coste d'Europa ogni giorno sbarcano folle di survivors, la cui vita si è trasformata in un'Odissea senza fine, in un  viaggio disperato e infinito verso l'ignoto.
Il distacco urgente e forzato dalla propria terra produce sempre nei profughi una lacerazione profonda, che si imprime a fuoco nell'animo dei migranti come una "ferita originaria" difficile da rimarginare.
Perciò definire tutto ciò un'Odissea non è affatto una metafora, né un termine esagerato.
Perché tempeste, mostri umani e naufragi sono entità concrete che i profughi incontrano sempre sul percorso; angoscia e speranza, desiderio e nostalgia, incertezza e coraggio, sono ombre che abitano incessantemente l'animo, inseparabili compagne nell'impresa.
E qualunque essere umano che riesca ad attraversare l'incubo senza soccombere, e a ricostruirsi una vita degna di tale nome in nuovo mondo sconosciuto e spesso ostile, ripartendo praticamente da zero, non può che essere compreso, stimato e definito un eroe.

(Donatella Sarchini - 24 aprile 2019)

Questo progetto non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina č stata visitata 2353 volte

Share |

     
Share |
BIENNALE DELLA FOTOGRAFIA FEMMINILE
A marzo 2020 Mantova ospiterà la prima edizione della BIENNALE DELLA FOTOGRAFIA FEMMINILE, id...
Alex Webb e Rebecca Norris Webb presiederanno la giuria di URBAN 2020
Cominciamo il 2020 con una news clamorosa: siamo orgogliosi di annunciare che Alex Webb e Rebecca No...
17 Graffi. Piazza Fontana 50°
Nel cinquantesimo anniversario di quella che fu una delle pagine più drammatiche della storia...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
18 Luglio 2020         a KIRGHIZISTAN   (Lecco)
workshop - viaggio fotografico con il fotografo Pensotti Stefano nel Pamir Reportage, paesaggio, str..[continua]

  Popular Tags  
cusano personale terremoto web BN 2011 libro fotografico Gianni Berengo Gardin palermo Nudo Artistico csfadams fotolibro 2010 nudo confini gente
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13878 Utenti Registrati + 16909 Iscritti alla Newsletter
6850 News Inserite - 1835 Articoli Inseriti
2810 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate