Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Bandi » Progetti iscritti » Scheda Progetto

Dismorfie digitali ovvero Copernico on the beach
Autore: Zipperzonk - Pubblicato il 12/06/14
Quello che sta dietro queste immagini digitali non è semplicemente luce, ma è l'indizio principale di un informazione ben più complessa, se prima nella visione di un immagine fotografica la luce serviva ad illuminare il luogo di raffigurazione adesso questo nuovo luogo di raffigurazione infinitamente smaterializzato è fatto di luce. Queste e altre differenze tendono a modificare il nostro modo di porci al cospetto delle moderne icone, non fatte, bensì prelevate dagli strumenti automatici. Il digitale è uno degli ultimi gradini di una scala che ha origini ben più antiche e di certo porta con se tutte le precedenti innovazioni, ma ne introduce alcune che rendono unica, se non si vuole usare la parola rivoluzionaria, la sua essenza, e vale a dire l'apparente semplicità dei suoi effetti e l'estensione della sua portata, anche se solo virtualmente sono cadute distanze, ha esteso in maniera globale il suo dominio. le nuove raffigurazioni sono potenzialmente più forti e ci impongono di norma una domanda non più rimandabile: cosa sto guardando? tutto ciò si riconduce al supporto. un supporto universale capace di ospitare infinite rappresentazioni di ogni genere, un supporto che usa la stessa pasta per generare suoni colori testi e immagini una pasta fatta di numeri, un elegante quanto complesso linguaggio di rappresentazione. una magnifica convenzione umana. nella serie in mostra non è semplicemente una fusione che si osserva ma la creazione mediante un mezzo automatico di una visione copernicanamente digitale, un'immagine nuova scollegata nel senso dai suoi addendi, un nuovo territorio da esplorare.

Biografia
Diego Mazzei
Nato a Cosenza nel 1975. E' dal 2003, anno in cui si accosta alla fotografia in modo più attento, che è iniziato il suo percorso sperimentale.
La tecnica usata nel periodo "analogico" è prevalentemente il foto collage, scomponendo e ricomponendo scenari urbani e domestici, con i suoi lavori cerca di creare una percezione multipla, sintesi di una vera e propria visione del mondo. La gestione attenta e complessa di tagli e superfici, in sinergia con lo scatto canonico, genera un uso dello spazio teso a stimolare lo stupore attraverso l'intrinseco concetto dell'immagine, piuttosto che tramite un vero e proprio messaggio tematico.
La sua espressività non si manifesta quindi semplicemente attraverso la foto, ma in tutto ciò che ad essa eventualmente si accompagna: dai materiali alle relazioni, che intercorrono tra il segno ed il mezzo.
Con l'avvento del digitale il suo lavoro d'indagine continua utilizzando la fotografia come pretesto per approfondire le conseguenze da esso generate.
Ha collaborato con la galleria "il graffio" per diversi anni, attualmente è uno dei soci fondatori della galleria L'impronta culture fotografiche di Cosenza, Ha realizzato immagini pubblicate in numerosi cataloghi.

tutte le immagini sono dim 30x30cm cornice compresa montate su un supporto sottile retroilluminato a led spessore 0,9 cm ogni opera e composta da 2 stampe a plotter identiche sovrapposte di materiali diversi il primo strato su carta il secondo su lucido anno di stampa 2013-2014
senza titolo senza titolo senza titolo senza titolo senza titolo
senza titolo senza titolo     
News dai Festival
riteniamo utile per chi si interessa di Fotografia un memo sui riposizionamenti in corso dei princip...
Corigliano Calabro Fotografia Book Award
Nell’ambito del Festival Corigliano Calabro Fotografia 2020, fissato in via definitiva da...
CITIES INSIDE
rilanciamo volentieri una nuova iniziativa del nostro partner Isp; una call gratuita per progetti ch...
Photo Days Tour
“Generazioni”, “Patriarcato di Aquileia” e “Staying Home Together&rdqu...
17 Graffi. Piazza Fontana 50°
Nel cinquantesimo anniversario di quella che fu una delle pagine più drammatiche della storia...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
05 Novembre 2020         a Subbiano   (Arezzo)
Workshop di fotografia in Toscana dal 5 al 8 Novembre 2020 – massimo 10 partecipanti quota di part..[continua]

  Popular Tags  
Astratto ritratto rassegna obiettivi movimento biennale apple concorsi photofestival cities photography officine fotografiche leonardo Amsterdam museo video
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13893 Utenti Registrati + 23960 Iscritti alla Newsletter
6886 News Inserite - 1839 Articoli Inseriti
2808 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate