Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   Shoot Food              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Bandi » Progetti iscritti » Scheda Progetto

On Land
Autore: Davide Monciatti - Pubblicato il 10/06/15
Silenziose astronavi, appena atterrate su una terra desolata. Brevi paradisi di luce affondati nella notte.
Paesaggi, vere e proprie still life, che fermano il tempo in uno stato di grazia: supermercati, negozi, centri commerciali, distributori di benzina, colti nelle ore del sonno che ad essi restituiscono invece una forma anomala di vita. Isole luminose nel buio di parcheggi e marciapiedi deserti, quasi a dimenticare la folla, il rumore, il viavai, gli affanni dell’intenso giorno, ad affrancarsi dall’icona consumistica che li rappresenta.
E se queste architetture – redente dalla propria identità funzionale – diventano non-luoghi appoggiati in uno spazio mai georeferenziabile, contemporaneamente ritrovano la loro dignità estetica in una dimensione monumentale e straniante, entro un silenzio di solitudine e incomunicabilità.
Un paradosso metafisico, che allo spazio degli incontri e delle parole contrappone l’assenza di civiltà e che a questi presidi commerciali assegna un valore assoluto, fino a riportarli sul margine di una remota autostrada americana. E sia concesso il gioco di parole, perché si tratta anche di un "no land", il ritratto di una terra a volte inospitale, che cristallizza le nostre esistenze, evidenziandone le imbarazzanti inadeguatezze.
Protagonista la luce, che delinea i confini di costruzioni a noi familiari in una silhouette senza orizzonte, che esalta i vuoti e i pieni e si riverbera sull’asfalto; bagliori artificiali al neon di cui appena si potrebbe udire il ronzio.
Le immagini fotografiche, stampate su lexan e retroilluminate a led, diventano schermi di proiezione che ribaltano la realtà delle cose, e ripetono, in una prospettiva teoricamente infinita, la sequenza di vetrine e di luci dei loro stessi soggetti, raddoppiandone la distanza dal nostro io.

Nato a Sinalunga (SI) nel 1980, architetto, si è avvicinato alla fotografia per passione, lavorando sia in digitale che con tecniche analogiche. Ha partecipato a concorsi nazionali ed internazionali; nel 2009 è tra i vincitori del concorso “Passione Sud Africa” promosso dal Corriere della Sera. I suoi scatti sono stati esposti in mostre collettive e personali (tra queste “Slow!” a Pienza – CL Factory, 2010). Nella fotografia, come nella ricerca architettonica, cerca di indagare sul rapporto tra il costruito e l’identità del luogo, tra l’elemento artificiale ed il paesaggio. Vive e lavora a Siena.

12.10.14.22.13 18.07.12.00.28 08.02.15.21.32 07.10.14.20.22 11.02.15.23.59
18.07.12.01.10 25.01.15.22.21.48 13.02.15.23.55 01.04.15.20.41  
Iscrizioni aperte a URBAN Photo Awards 2021!
Bruce Gilden presidente della giuria In palio un montepremi del valore di 23.000 € e mostre al...
TRAVEL TALES AWARD
In un momento storico in cui  i Fotografi hanno dovuto forzatamente chiudere le valigie in cant...
CITIES STORY
“Fotografare è una maniera di vivere. Ma importante è la vita, non la fotografia...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
Non ci sono Eventi per questa categoria.

  Popular Tags  
banco ottico contest Amsterdam news LETTURE PORTFOLIO fotografica lavoro paesaggi pinhole salento mare toscana vintage moda gigliola foschi NAPOLI
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13930 Utenti Registrati + 29940 Iscritti alla Newsletter
6883 News Inserite - 1849 Articoli Inseriti
2814 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate