Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   Shoot Food              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

News » Mostre » Scheda News

Crimen silentii
Autore: Paolo di Giosia - Pubblicato il 26/01/14 - Categoria Mostre
Questa news non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 2608 volte

Share |
  Dal 28 Gennaio 2014 al 29 Gennaio 2014 in provincia di Teramo a Teramo

Crimen silentii

Paolo di Giosia

 

In occasione della Giornata della Memoria, Paolo di Giosia torna a ricordare la Shoah. Lo fa all’interno dell’evento L’arte come memoria viva dell’Università degli Studi di Teramo e della Rete Universitaria per il Giorno della Memoria, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e in collaborazione con l’Ambasciata d’Israele in Italia.

Il 28 gennaio alle ore 16.00 presso il Campus di Coste Sant’Agostino, Sala Tesi Facoltà di Scienze Politiche e Scienze della Comunicazione verranno proiettati i video fotografici The Waiting Room e Crimen silentii, quest’ultimo, inedito, dà il nome alla mostra che sarà visitabile fino al 29 gennaio 2014.

Le immagini della mostra e i due video fanno parte di un intero lavoro svolto direttamente sui campi in Polonia, dopo uno studio intenso di alcuni anni, accompagnato dal bisogno di guardare da vicino per cercare di capire ciò che resta inevitabilmente inspiegato.

Dopo il “viaggio” di Salmo, il “vivere” nel campo di untitled A-13166, l’“ormai accaduto” de Il posto delle Betulle, e The Waiting Room che offre immagini di vita quotidiana “normale” all’esterno, accanto, intorno… al campo di concentramento, vicina ma distante allo stesso tempo, dove la tranquillità è illusione di se stessa, perché ciò che è accaduto potrebbe ancora accadere… è la volta di Crimen silentii, l’ultimo video. Qui il percorso arriva alla consapevolezza che ciò che è stato rimarrà come lesione indelebile nella storia umana. In esso la mente ripercorre, a tratti, e in un’ambientazione musicale che si replica ad ogni battito, angoscianti visioni, o parti di esse, in un succedersi rapido di dolorosi silenzi.

 

Negli stessi giorni Paolo di Giosia partecipa a Vedere l’altro, vedere la Shoah, Rassegna e Premio di Fotografia 2014, presso il Museo Internazionale della Memoria Ferramonti di Tarsia (CS) a cura dell’Università della Calabria.

Share |
vincitore CCF book award
Nell’ambito del Festival Corigliano Calabro Fotografia 2020 18a edizione   previsto ...
DREAMLANDS
In partenza la nuova iniziativa di  Isp, che in collaborazione con Photographers.it  propo...
Journey to the Lowlands vince l’URBAN Book Award 2020
La fotografa modenese Valeria Sacchetti con il progetto Journey to the Lowlands è la vincitri...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
Non ci sono Eventi per questa categoria.

  Popular Tags  
studio fotografico viaggi csfadams persone BW memoria giornalismo galleria luci esposizione studenti Hahnemuhle fiaf fotografia italiana jazz viaggio fotografico
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13897 Utenti Registrati + 26865 Iscritti alla Newsletter
6889 News Inserite - 1844 Articoli Inseriti
2813 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate