Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   Shoot Food              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

News » Pubblicazioni » Scheda News

Isabelle Caro: la ragazza che non voleva crescere !
Autore: ceciliaferri - Pubblicato il 20/03/09 - Categoria Pubblicazioni
Gradimento: Molto Interessante
Questa pagina è stata visitata 12999 volte

Share |



http://www.cairoeditore.it/Presentazioni-libri/

Il libro verrà presentato anche:

Mercoledì 13 maggio 2009

alla Libreria Feltrinelli

di via Orlando 78/81 a Roma

Giovedì 14 maggio 2009

Intervengono: Isabelle Caro e Tilde Giani Gallino

in Sala Rossa alla Fiera del libro di Torino


Isabelle Caro ci è ben nota come la modella anoressica
che ha posato nuda per Oliviero Toscani
nella campagna pubblicitaria per Nolita
denominata NO ANOREXIA
.






Nell'ottobre 2007 il Giurì sulla pubblicità ,
sollecitato da Fabiola De Clercq, presidente dell'Aba (associazione bulimia anoressia),
dispose "la cessazione" della campagna perché non conforme agli articoli 1 e 10
del codice di autodisciplina pubblicitaria", che tutelano la dignità umana
evitando che la pubblicità diventi palestra di scontri ideologici, provocazione o strumentalizzazione.


'La nuova campagna shock realizzata per il marchio Nolita, campagna ''No Anorexia''
si serve di un’immagine che non provoca effetti in chi è malato e si vede allo specchio tutti i giorni.
Questo tipo di comunicazione innesca forti meccanismi di emulazione in donne, giovani e bambine
che vi ritrovano un ideale da raggiungere a tutti i costi, per diventare visibili e famosi''.
L'Associazione
Aba coglie inoltre l'occasione per denunciare ancora una volta
''il vuoto dello Stato di questo Paese che oggi, salvo in occasione delle sfilate,
non prende coscienza fino in fondo, della gravità della patologia anoressico-bulimica''.


'Nonostante il Decreto Ministeriale del Ministro Veronesi che nominava anoressia e bulimia,
malattie sociali e lasciava precise linee guida per affrontarne l’emergenza - ammonisce l'
Aba -
le strutture deputate alle prime cure, come il Pronto Soccorso, rifiutano i ricoveri per paura della morte delle pazienti
e le ASL si rifiutano di pagare le delibere dei ricoveri nelle rare comunità specializzate''.
L'
Aba invita infine ad una campagna di prevenzione che sensibilizzi
non chi è già colpito direttamente o indirettamente dalla malattia,
ma lo Stato che avrebbe il dovere di aiutare i soggetti già ammalati,
l'indotto familiare coinvolto attraverso cure, prevenzione e formazione dei curanti e delle istituzioni scolastiche.
''La questione - conclude Fabiola De Clercq
- non può essere limitata ancora una volta alla moda!''.





"Sul cartellone c'è la foto di una donna. o, almeno, di una creatura di sesso femminile,
a giudi
care dalle due piccole sacche di pelle rugosa che pendono al posto dei seni.
Sì, perché di fronte all'obiettivo c'è una creatura completamente nuda.

Seduta su uno sfondo grigio sfumato, una gamba allungata e l'altra leggermente piegata
in modo
che solo il pube sfugga allo sguardo. Le ossa, in compenso, si vedono bene.
Mi fa vergognare que
sta foto. Perché è la mia foto."


Inizia così il racconto della vita di Isabelle Caro,
la
cui gigantografia si è impressa nella mente di tutti, ha scosso la coscienza di molti.

Inizia così la discesa di Isabelle nell'inferno dell'anoressia.


Isabelle ha combattuto contro la sua malattia - il suo corpo ne porta ancora i segni -
eppure è qui a testimoniare che vincere questa battaglia si può.
Non c' è amarezza nelle sue
parole, anche le più crude,
ma la speranza che per
ogni persona indifferente,
ce ne sarà un'altra pron
ta a capire, aiutare. La ragazza che non voleva - non sapeva -
crescere oggi emana una grande forza che ci impone di non distogliere più lo sguardo.

E ci ri
volge un invito:

"La prossima volta che incrociate per strada una ragazza troppo magra,
regalate un sorriso. Ne ha davvero bisogno."




ISABELLE CARO: LA RAGAZZA CHE NON VOLEVA CRESCERE

CAIRO EDITORE - I.B.A.N.
9788860522047 - 240 pagine - 15 Euro

http://www.cairoeditore.it/component/option,com_jbook/Itemid,124/catid,83/id,313/task,view/







"L'anoressia, che i miei genitori si sono rifiutati di vedere per tanti anni,
è una sofferenza che non ti lascia neanche per un istante,
una malattia contro cui bisogna lottare."









"A volte mi capita di mangiare,
anche se a vedermi non si direbbe."



"Ho voglia di uscirne, ho fame di vivere.
Per sfuggire al soffocante universo familiare inizio a studiare, a seguire corsi di teatro.
Anche se
per qualcuno può risultare urtante, io adoro questo autoritratto.

Si vedono le lentiggini che mi ero
fatta tatuare per assomigliare alle bambole amate da Mamma,
ai monelli che dipingeva
nei suoi quadri e a Isabelle Huppert, la mia attrice preferita.
E poi
sto sorridendo."




"Quando mi sono iscritta alla Florent, la celebre scuola di teatro parigina,
ho scoperto la
gioia di stare su un palcoscenico
e di indossare i panni di personaggi diversi da me.
Alla
Florent ho trovato una famiglia che mi accetta per quello che sono."





"Dopo alcune trasmissioni televisive e la campagna pubblicitaria del marchio italiano Nolita,
in cui ho posato nuda davanti all'obiettivo di Oliviero Toscani per denunciare il dramma dell'anoressia,
mi hanno chiesto più volte di testimoniare sui pericoli di questa malattia.
Io lo faccio volentieri, in Francia (con Libération) e all'estero, soprattutto, negli Stati Uniti."





"Anche se non è ancora finita - e il mio corpo lo dimostra - acquisto sempre più fiducia.
E guardo al
futuro con più ottimismo.
La mia battaglia contro l'anoressia, i ruoli
che ho interpretato in alcune pièce,
i servizi fotografici sono il segno di
un'evoluzione.
Insieme al morale,
migliora anche il peso: trentatré chili.
La strada è ancora lunga, lo so.
Ma la bambina che non voleva crescere ha ritrovato il piacere di vivere.
Ed è già una vittoria
."


Per conoscere e contattare Isabelle Caro:

http://actriceisabellecaro.blog.mongenie.com/

http://neigeisabelle.blog.mongenie.com/


Commenti:
23/08/09 10:02
Luca B Pagni scrive:
Isabelle Caro per NOLITA
è stata fotografata da Oliviero Toscani
e ripresa da Leandro Manuel Emede.
1 pagina: 1
Share |
TRAVEL TALES AWARD i selezionati
Sono state scelte le 50 storie che andranno in selezione su TTA,  TRAVEL TALES AWARD, una grand...
ColornoPhotoLife
Dall'11 settembre all'8 dicembre 2021 la nuova edizione di ColornoPhotoLife, a Colorno (PR),...
Francesco Cito sceglierà il vincitore di URBAN Book Award
Siamo onorati di ospitare nella giuria di URBAN Photo Awards 2021 Francesco Cito, uno dei più grandi...
Treiste Photo Days
In anteprima alcuni  contenuti del Festival Trieste Photo Days. La rassegna vedrà tra g...
DREAMLANDS autori
In lavorazione il nuovo volume della serie Autoriale di ISP, un libro speciale dedicato  alla f...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
01 Ottobre 2021         a Roma   (Roma)
travel Tales ..[continua]
29 Ottobre 2021         a Trieste   (Trieste)
TPD masterclass ..[continua]

  Popular Tags  
Gianni Berengo Gardin onnik.it ricerca beauty fotogiornalismo memoria software volti illuminazione fotografica Corpo sviluppo Foro Stenopeico Festival cina Padova
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
20/09/21
I numeri di Photographers.it
13942 Utenti Registrati + 31224 Iscritti alla Newsletter
6910 News Inserite - 1851 Articoli Inseriti
2813 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate