Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   www.esta-usa-visto.it/   Shoot Food              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

News » Mostre » Scheda News

Maghreb - Il Marocco attraverso gli occhi di Pino Settanni
Autore: Redazione - Pubblicato il 27/02/16 - Categoria Mostre
Questa news non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 2014 volte

Share |
Matera. Il museo della Fotografia "Pino Settanni" inaugura il 20 marzo alle 17 una mostra dedicata al fotografo di cui porta il nome dal titolo "Maghreb - Il Marocco attraverso gli occhi di Pino Settanni".

Domenico De Masi descrive così il progetto del grande maestro scomparso nel 2010:
"Per descrivere il Marocco io sociologo ho bisogno di dire che è un paese di 33 milioni di abitanti con una speranza di vita chenon arriva a settant’anni, mentre in Italia supera gli ottant’anni. Ogni marocchino dispone di un Pil annuo pro-capite di 3.000dollari, mentre ogni italiano dispone di 34.000 dollari.
In Marocco il 40% dei lavoratori è addetto all’agricoltura, mentre in Italia la percentuale è appena del 2%. Su ogni mille marocchini, solo 9 sono abbonati a Internet mentre in Italia sono 427. Pino Settanni, invece, non ha bisogno di cifre petulanti e spocchiose per descrivere la stessa realtà.


Gli basta l’obiettivo - poeta impietoso e affettuoso - della sua macchina fotografica per offrirci tutta la ricchezza dei colori marocchini, la povertàdelle suppellettili, l’esperta mansuetudine dei vecchi, lo sguardo accusatore dei bambini, il mistero oppressivo delle donne, la desolata arsura dei paesaggi, la parsimonia ingenua dei commerci. Attraverso i suoi occhi, di anno in anno, Pino ci ha fatto guardare e capire con pari acume e genialità estetica il sottosviluppo del Mezzogiorno italiano e il mondo fantasmagorico del jet set, la sfolgorante arcaicità dell’Afganistan e quella più intima del Marocco.Se è vero - come sostiene Keats - che un’opera d’arte è una gioia creata per sempre, dobbiamo essere grati a Pino - genio generoso - per avercene donate a piene mani."


Share |
Vivian Maier
Dal 3 Marzo al 27 maggio 2018 l’incantevole Palazzo Pallavicini proporrà al pubblico un...
FUJIFILM collabora con Magnum Photos al progetto “HOME”
Mostre fotografiche di 15 “Magnum Photographers” in 7 città del mondo   ...
Open call: “Flowing City – La città mai ferma”
L’associazione culturale dotART, in collaborazione con Trieste Photo Days, lancia una nuova call for...
selezioni Foodgraphia 2018
Ritorna FOODGRAPHIA,  una rassegna  dedicata alla  Food Art & Photography che &nb...
Urban Prize Winners!
"Here comes in colors" di Greta Polimene è la foto vincitrice assoluta di URBAN 201...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
03 Marzo 2018         a SENEGAL   (Lecco)
Viaggio fotografico adatto a tutti quello in Senegal, con una grande tradizione democratica e istitu..[continua]

  Popular Tags  
sogno new york World Press Photo maggio rosso biennale nikon lecce novoflex nudo paesaggio toscana workshop di fotografia capture one magazine grafica
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13669 Utenti Registrati + 10811 Iscritti alla Newsletter
6523 News Inserite - 1773 Articoli Inseriti
2791 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate